Il presidente americano Donald Trump ha indicato venerdì al Dipartimento della Difesa la data dell'11 novembre, giorno in cui vengono festeggiati i veterani di tutte le guerre, per organizzare la parata militare. Lo riportano media statunitensi, citando una nota fra il consigliere alla sicurezza nazionale H. R. McMaster e il capo del Pentagono James Mattis. Trump, invitato dal suo omologo Emmanuel Macron, presenziò alla grande parata per la festa della Repubblica francese il 14 luglio dell’anno scorso, rimase così impressionato dall’evento da dichiarare subito di volerne ideare uno pure a Washington. Ora è cosa fatta.

Continuano senza sosta le violenze in Afghanistan che tra venerdì sera e sabato mattina hanno provocato una trentina di morti e decine di feriti. L’episodio più grave è stato un attacco a una base dell'esercito regolare nella provincia di Farah, dove negli scontri al fuoco sono morti almeno 25 soldati. L'azione è stata rivendicata dai talebani, i quali a Lashkargah, a sud, hanno fatto esplodere un’autobomba che ha causato un morto e numerosi feriti e poi hanno attaccato una base militare, uccidendo due soldati. Sempre sabato un attentatore suicida è entrato in azione a Kabul. Il bilancio provvisorio è di un morto e diversi feriti.

Nuove cancellazioni di posti di lavoro sono da prevedere da FFS Cargo. Lo ha dichiarato il direttore generale Nicolas Perrin, in un’intervista pubblicata sabato sul settimanale Schweiz am Wochenende, affermando che negli anni a venire potrebbero essere soppressi fino a 760 impieghi, ovvero circa un terzo del totale. Due le ragioni principali: l’apparato amministrativo definito troppo pesante e la necessità per l’azienda di accrescere la sua efficienza. FFS Cargo, spiega Perrin, mira tuttavia a rinforzare la sua presenza sul mercato trasportando più merci.

Un gravissimo incidente della circolazione è avvenuto sabato mattina, verso le 7.00, sulla strada cantonale a Claro. Un uomo ha perso il controllo della propria automobile immatricolata in Ticino ed è uscito di strada finendo contro la facciata di una carrozzeria. Secondo quanto riferito da Rescue Media, l'automobilista è stato sbalzato fuori dal veicolo. Veicolo che in seguito l’avrebbe travolto. Il tratto di strada interessato è stato chiuso per agevolare le operazioni di soccorso.

L’ambasciata degli Stati Uniti in Israele si trasferirà, il 14 maggio, da Tel Aviv a Gerusalemme, nel quartiere Arnona che attualmente ospita il consolato, come precisato venerdì da un responsabile delle operazioni. Il cambiamento di sede coinciderà con il 70mo anniversario della proclamazione della nascita dello Stato ebraico e inizialmente vedrà coinvolta solo una piccola delegazione di diplomatici. Non si è fatta attendere la reazione dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina, che ha definito la vicenda una provocazione che viola il diritto internazionale e ostacola la pace.

La partenza della ditta DuPont Pioneer dal Ticino "era nell’aria", ma è comunque "un brutto segnale". E' il commento del vicedirettore della Camera di commercio, Marco Passalia. Tra i motivi dell'abbandono dell'azienda di Manno, filiale del un produttore americano di semi per l'agricoltura, è stata avanzata l'ipotesi delle ragioni fiscali. "È chiaro che ora il Ticino, come tutti gli altri cantoni, si trova ora nel contesto della riforma fiscale federale, e questo è probabilmente il tema principale", osserva Passalia. Tuttavia, "il margine di manovra del cantone immagino che sia comunque limitato proprio all'imposizione fiscale", conclude.

Il Rodong Sinmun, quotidiano ufficiale del Partito del Lavoratori nordcoreano, ha reso noto che Pyongyang è potenzialmente pronta per un attacco verso gli Stati Uniti. Lo comunica tramite un editoriale proprio nel giorno dell’annuncio, da parte della Casa Bianca, delle nuove sanzioni contro il regime. I militi nordcoreani, che si stanno adoperando per sviluppare missili balistici con testate nucleari a lungo raggio, sono già riusciti a lanciare vettori intercontinentali da sottomarini e sono in possesso di bombe all’idrogeno. Il giornale ribadisce inoltre che "il desiderio di denuclearizzare il Nord è più stupido di quello del prosciugamento degli oceani".

L'Unione dei contadini ticinesi (UCT) lascia l'Ente del parco del Piano di Magadino perché - come è spiegato in una nota diramata venerdì - le sue richieste non sono state prese in considerazione. L'UCT, che rappresenta circa 850 imprese, sottolinea "l'indiscutibile importanza agricola ed economica del Piano di Magadino" e a questo proposito lamenta la mancanza di un proprio rappresentante all'interno del comitato del Consiglio di Fondazione. Giacomo Zanini, presidente dell'Ente, ai microfoni della RSI ha replicato di non avere niente da rimproverarsi e che il comunicato "rivendica un diritto di veto che mi sembra inaccettabile".

Il presidente statunitense Donald Trump ha annunciato venerdì di aver varato un nuovo pacchetto di sanzioni contro Pyongyang. Le misure, che colpiranno 56 compagnie marittime e commerciali accusate di aver aiutato ad aggirare le precedenti disposizioni, hanno lo scopo di persuadere il regime a abbandonare il programma nucleare e missilistico. I dettagli del provvedimento saranno definiti dal Dipartimento del Tesoro che taglierà le fonti di reddito e di petrolio usate dal governo nordcoreano per finanziare l’esercito. Negli ultimi anni anche il Consiglio di Sicurezza dell’ONU ha emesso diversi decreti per contrastare il riarmamento nucleare attuato dalla Corea del Nord.

Il Premio della pace 2017 della regione tedesca dell'Assia, dotato di 25'000 euro, è stato consegnato venerdì a Carla Del Ponte, per il suo impegno contro i crimini di guerra e per aver dato voce alle vittime. La cerimonia in onore della ex magistrata ticinese si è svolta al parlamento regionale a Wiesbaden. Nel suo discorso di ringraziamento, la 71enne non ha risparmiato critiche per l'inattività della comunità internazionale nell'annoso conflitto che continua a insanguinare la Siria. La giustizia - ha osservato - può fare qualcosa "solo dove c'è la volontà politica".

Il Tribunale federale, con una sentenza datata 8 febbraio e pubblicata nei giorni scorsi, ha confermato la revoca del permesso di domicilio di un 82enne italiano, decisa dalla Sezione della popolazione ticinese in seguito a una condanna per ripetuta coazione sessuale consumata e tentata e ripetuti atti sessuali con fanciulli consumati e tentati, reati commessi sull'arco di quattro anni ai danni della figlia. L'uomo, in Svizzera dal 1995 quando aveva sposato una cittadina elvetica, aveva commesso gli abusi fra il 2005 e il 2009. Mon Repos ha accertato non vi sono ostacoli insormontabili al suo rientro in Italia.

"Spiare" un beneficiario di una assicurazione sociale se vi è il sospetto di abusi dovrebbe essere di nuovo consentito. La Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio nazionale sostiene le modifiche alla Legge federale sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali. La Commissione si allinea agli Stati.

Il ritrovamento di Ercolano e Pompei, due dei siti archeologici più importanti del mondo, fu comunicato, studiato e documentato, tra il Settecento e gli inizi del Novecento, attraverso lettere, taccuini acquerellati, incisioni, litografie, disegni, rilievi, matrici, le prime fotografie e le prime cartoline. Trecento di questi, affiancati nel percorso espositivo da 23 preziosi reperti, sono esposti da sabato al 6 maggio al m.a.x. museo di Chiasso. Provengono da una ventina di istituzioni di quattro paesi (Svizzera, Italia, Francia e Stati Uniti) e diversi di essi sono inediti per la prima volta mostrati al pubblico.

Cinque giovani di età compresa tra i 14 e i 19 anni sono stati arrestati in Vallese per una sessantina di delitti, per lo più furti, portati a termine in diversi cantoni. Orologi, cellulari, capi d'abbigliamento erano la parte principale del bottino delle ruberie. I reati sono stati commessi tra agosto e novembre dello scorso anno.

Due persone sono morte a Zurigo oggi pomeriggio nella Europaallee, a due passi dalla stazione centrale. Un 38enne ha esploso diversi colpi di pistola contro una 35enne uccidendola e rivolgendo poi l'arma contro se stesso. Le ragioni del gesto restano poco chiare. All'arrivo della polizia una delle due persone era ancora in vita. È però morta sul posto poco dopo a causa delle gravi ferite. In una nota, la polizia precisa che si tratta di due persone di nazionalità italiana. L'allarme è stato dato alle 14.30. La zona è stata sbarrata ma non c'è mai stato alcun pericolo per la popolazione.

Un'iniziativa a favore di trasporti pubblici gratuiti è stata depositata venerdì alla cancelleria cantonale neocastellana. Firmato da 4'676 persone, il testo prevede di finanziare la nuova prestazione con una diminuzione delle deduzioni fiscali previste per le spese di spostamento. Il costo è stimato a circa 33 milioni di franchi all'anno.

Il Gruppo del cemento franco-elvetico LafargeHolcim ha acquisito l'azienda britannica Kendall Group che produce granulato e calcestruzzo. I dettagli della transazione, si legge in una nota dei LafargeHolcim, non sono stati divulgati. Il Gruppo franco-elvetico ricorda invece la solidità dell'acquisita e le buone prospettive di sviluppo.

Sono circa 450 i jihadisti uccisi dall'inizio dell'operazione antiterrorismo francese "Barkhane" nel Sahel: lo riferisce venerdì il ministro della Difesa francese, Florence Parly, sulle pagine del quotidiano Le Parisien. Dall'estate del 2014 i militari francesi ne hanno appunto "neutralizzati" quasi mezzo migliaio, precisa Florence Parly. Negli ultimi dodici mesi, ha aggiunto la ministra, 120 sono stati uccisi e 150 consegnati vivi alle autorità maliane. L'operazione vede coinvolti circa 4'000 soldati francesi; dal suo inizio sono 12 i militari francesi uccisi, gli ultimi due martedì quando sono finiti su una mina artigianale con il loro mezzo.

E' morto l'automobilista che era rimasto ferito nell'incidente verificatosi a Claro lo scorso 16 febbraio. Lo ha reso noto la polizia cantonale. Il sinistro, lo ricordiamo, era avvenuto sulla strada cantonale dove, due vetture, si erano urtate in una curva quando una aveva invaso la corsia opposta. L'impatto era stato talmente violento che uno dei veicoli era finito in un prato, a lato della strada, dopo essersi rovesciato. Nell'incidente erano rimaste ferite altre due persone. I primi soccorsi erano stati prestati dalla Croce Verde di Bellinzona.

L'associazione Sinti e Rom Svizzera ha sporto denuncia penale in seguito a un'inserzione contro "gli zingari" pubblicata su internet dai giovani UDC del canton Berna. Il post lederebbe la norma penale contro il razzismo. La querela presentata venerdì è sostenuta dalla Società per i popoli minacciati, informa quest'ultima in un comunicato di venerdì. L'oggetto contestato è un appello elettorale, con un'immagine che mostra uno svizzero con un vestito tradizionale, che si tappa il naso davanti a un mucchio di spazzatura di un insediamento di roulotte. Ciò suggerirebbe che i nomadi sono sporchi, tendono alla criminalità e disturbano l'ordine pubblico.

L'ex consigliere di Stato ticinese Benito Bernasconi è morto venerdì alla soglia dei 95 anni. Ne ha dato notizia laRegione. Era originario di Chiasso, di cui è stato municipale per tre mandati dal 1956, ma viveva a Morbio Inferiore. Avvocato, divenne procuratore pubblico nel 1970. Un anno dopo era entrato in Governo dove era rimasto per tre legislature alla guida dell'allora Dipartimento delle opere sociali. Prima dell'esperienza di Governo, e ancora in seguito, dal 1987 al 1999, era stato deputato in Gran Consiglio. Attivo nel Partito socialista ticinese, lo aveva anche presieduto dal 1985 al 1989.

Il gigante del mobile Ikea richiama i sacchetti di marshmallow da 100grammi Godis Paskkyckling. Da controlli effettuati sembra che i topi si siano introdotti nel sito produttivo e potrebbero aver contaminato il prodotto. Non vi sono rischi per la salute, spiega Ikea in una nota. I 350 sacchetti sono stati venduti a metà febbraio.

L'Unione svizzera dei produttori di verdura (USPV) si è ritirata dall'Unione Svizzera dei Contadini (USC) con effetto retroattivo all'inizio dell'anno. Il motivo è che non è stata accolta la sua richiesta di avere spazio nel comitato direttivo dell'USC. Il direttore dell'USPV Jimmy Mariéthoz ha confermato la notizia all'ATS.

L'industria svizzera dello zucchero è minacciata dalle eccedenti quantità di prodotto europeo che inonda il mercato svizzero a prezzi molto bassi. E'quanto denunciano l’Unione svizzera dei contadini (USC), la Zucchero Svizzera SA e la Federazione svizzera dei bieticoltori, che hanno unito le loro voci venerdì a Berna per allertare le autorità. La situazione è dovuta a un cambiamento unilaterale dell'organizzazione del mercato dello zucchero. L'EU ha rimosso quote e restrizioni sulle esportazioni, ma ha anche mantenuto alti diritti doganali sulle importazioni. "Non combattiamo ad armi pari", ha dichiarato il presidente dell'USC, Markus Ritter.

Gli ex marinai della Navigazione Lago Maggiore hanno deciso di promuovere un incontro con la popolazione, che si terrà il 27 febbraio nella sala comunale di Magadino, per discutere dei disagi creati da due mesi senza servizio nel bacino svizzero. Il consorzio che dovrebbe assicurarne la ripresa, scrivono i sindacati SEV, Unia e OCST in un comunicato congiunto, dovrebbe partire il 1° marzo, ma a una settimana da quella data "mancano ancora rassicurazioni concrete". I lavoratori, intanto, restano in disoccupazione e si chiedono quando potranno tornare al lavoro.

La polizia spagnola ha perquisito almeno due volte nelle ultime settimane l'aereo privato in arrivo dal Regno Unito nel quale viaggiava la famiglia dell'allenatore del Manchester City, Pep Guardiola. La polizia riteneva che potesse esservi nascosto l'ex-presidente catalano Carles Puigdemont, come riferito venerdì da Radio Rac1. Puigdemont, accusato di "ribellione", è in esilio da tre mesi in Belgio inseguito da un mandato di cattura spagnolo. Guardiola, ex-tecnico del Barcellona e del Bayern Monaco, è da sempre un sostenitore dichiarato dell'indipendenza della Catalogna. Questo basta alle autorità iberiche per i controlli

L’attrattiva della Svizzera per i lavoratori stranieri è rimasta stabile per il quarto trimestre dello scorso anno. A fine dicembre, a livello nazionale, rileva l’Ufficio federale di statistica, erano attivi nella Confederazione 318'002 frontalieri, ovvero lo 0,3% in più rispetto al trimestre precedente. In controtendenza il dato ticinese che segnava una diminuzione dello 0,5% con 64'885 lavoratori esteri attivi a Sud delle Alpi. La regione lemanica è quella che attira il maggior numero di impiegati esteri: a fine anno erano 117'783 (+0,7%). La Svizzera Nord-Ovest ha richiamato 71'677 frontalieri (+1,4%); la Svizzera centrale ha registrato un +5,5%.

Sarà assunto dalla magistratura bernese il procedimento penale contro l’autore del furto commesso il 1° dicembre ai danni di un furgone postale in Piazza Cioccaro a Lugano. Lo ha comunicato alle parti la procuratrice pubblica Pamela Pedretti, occupatasi finora del “filone” ticinese. A breve il 48enne cileno (residente a Milano) verrà quindi trasferito nelle carceri d’oltralpe. L'uomo si era impadronito di una partita di gioielli del valore di circa 100'000 franchi, poi venduti sul mercato nero italiano. La polizia lo aveva arrestato nei giorni successivi. E' sospettato di colpi analoghi messi a segno a nord delle Alpi.

I costi della sanità costituiscono la principale preoccupazione di Mister Prezzi: nel 2018 aumenteranno quindi gli sforzi in questa direzione. Lo ha annunciato venerdì Stefan Meierhans. In Svizzera i farmaci generici costano il doppio rispetto ad altri paesi europei. Il Sorvegliante dei prezzi ha quindi invitato il Governo a intervenire attuando misure di contenimento. Per quanto riguarda digitalizzazione e telecomunicazioni, sono stati esaminati i servizi delle piattaforme online. In particolare è stata avviata una procedura nei confronti di Booking.com, ravvisando abusi. Rammarico inoltre per la mancata rimozione delle tariffe di roaming.

Il calo registrato negli anni scorsi per il commercio al dettaglio in Svizzera dovrebbe attenuarsi nel corso di quest’anno. Anzi, le vendite dovrebbero leggermente aumentare. Lo ritiene l’Istituto di ricerca congiunturale renano Bak Economics, che prevede una crescita nominale dello 0,9% con prezzi stagnanti. La crescita della popolazione dovrebbe fornire nuovi impulsi, spiegano gli esperti basilesi in un comunicato. A influire positivamente sulle vendite saranno però anche la situazione congiunturale nonché il dinamico sviluppo del mercato del lavoro e dei redditi disponibili, fattori che avranno un impatto sulla domanda.

"Frontaliers Disaster", il film coprodotto dalla RSI con protagonisti la guardia di confine Loris Bernasconi e il frontaliere Roberto Bussenghi, è all'ultimo weekend di programmazione dopo oltre due mesi di permanenza ininterrotta nelle sale ticinesi, che gli hanno fatto raggiungere il traguardo degli oltre 35'000 spettatori. Verrà proiettato per l'ultima volta giovedì 1° marzo al Plaza di Mendrisio, il cinema della prima del 16 dicembre. Sarà presente il cast, occasione unica per conoscere di persona gli attori, rende noto la Morandini Film Distribution. Il prezzo del biglietto sarà di 10 franchi, con bibita e popcorn offerti.

Giamila M. si è presentata presso un posto di polizia e gode di buona salute. La 20enne si era allontanata da Caslano il 10 febbraio . La sorella aveva lanciato un appello su Facebook per ritrovarla e la polizia aveva diramato martedì un avviso di scomparsa, ora ovviamente revocato.

Primo utile da dieci anni a questa parte per Royal Bank of Scotland (RBS), banca britannica nazionalizzata nel 2008 quando era sull'orlo del crack. L'esercizio s’è chiuso con profitti per 752 milioni di sterline (980 milioni di franchi), a fronte di una perdita di quasi 7 miliardi nel 2016. "E’ un momento simbolico per questa banca e un chiaro segnale dei progressi che continuiamo a fare per lasciarci il passato alle spalle", ha commentato il CEO Ross McEwan. Il futuro di RBS è gravato però dalla mancanza di accordi con il Dipartimento di Giustizia americano (DOJ) per lo scandalo dei mutui subprime, che la banca non è riuscita a chiudere.

La società Wisekey, specializzata nella sicurezza informatica, ha archiviato l'esercizio 2017 con vendite pari a 43,5 milioni di dollari (40,6 milioni di franchi), in forte aumento rispetto a un anno fa. Per l'anno in corso, l'azienda si attende ricavi per circa 60 milioni. Le cifre particolareggiate saranno presentate fra qualche tempo.

Il gruppo di specialità chimiche Sika ha chiuso i conti 2017 con un utile netto record di 649 milioni di franchi. L'utile operativo (EBIT) è salito a 896 milioni, indica una nota della società con sede a Zugo. I motivi di questo incremento sono legati all'acquisizione di nuovi siti produttivi. L'utile netto è cresciuto su un anno del 14,5% e l'utile operativo del 12,7%. "Una dinamica di crescita e una gestione rigorosa dei costi sono all'origine di queste cifre record", ha commentato la società. Il giro d'affari è stato di 6,25 miliardi di franchi, in rialzo dell'8,9% in valute locali. Per l'esercizio in corso, Sika si dice fiduciosa che la crescita continuerà.

Una donna, svegliata dai propri gatti, si è accorta che la sua casa nel nucleo di Villa Luganese era invasa dal fumo ed è riuscita a dare l'allarme, prima che l'incendio, partito dal tetto, si sviluppasse in maniera incontrollata. Nessuno è rimasto ferito o intossicato. Ancora ignota la causa del rogo.

Centinaia di persone sono scese in strada giovedì a Bucarest e in altre città della Romania nonostante le temperature rigidissime, dopo che il ministro della Giustizia Tudorel Toader ha proposto di sollevare dall'incarico il procuratore generale Codruta Kovesi. Quest'ultimo è colpito da 20 capi di accusa, tra cui comportamento autoritario e discrezionale, coinvolgimento nelle indagini di alti procuratori, precedenza di alcuni processi in funzione dell'impatto mediatico. L'Unione europea è preoccupata per l'accaduto ed è possibile l'arrivo del vicepresidente della Commissione europea Frans Timmermans a Bucarest già nelle prossime ore.

Il vicesceriffo assegnato alla sicurezza del liceo di Parkland (Florida), dove sono stati uccisi 17 ragazzi "non è entrato" nella scuola per fermare l’aggressore e ora si è "dimesso". Lo ha affermato giovedì sera (venerdì in Svizzera) lo sceriffo della contea di Broward, Scott Israel, nel corso di una conferenza stampa. La guardia armata non ha rispettato il protocollo che prevede il confronto diretto con l’assalitore il prima possibile. Altri due vice, Edward Eason e Guntis Treijs, sono stati messi sotto sorveglianza mentre sono in corso le indagini per accertare se avrebbero potuto o meno fare di più per fermare il giovane Nikolas Crus.

Le catastrofi naturali hanno influito negativamente sul risultato complessivo di Swiss Re per il 2017. Il riassicuratore zurighese precisa venerdì d’aver registrato nel periodo in rassegna un utile netto di 331 milioni di dollari (310 milioni di franchi), a fronte dei 3,56 miliardi dell'esercizio precedente.

La campagna elettorale italiana in vista delle elezioni politiche del 4 marzo ha vissuto giovedì sera nuovi episodi di violenza. Scene di guerriglia urbana si sono registrate a Torino dopo l’arrivo di Simone Di Stefano, candidato premier per la formazione di estrema destra Casapound. Un corteo antifascista ha tentato di raggiungere l'albergo nel centro storico in cui Di Stefano era presente per un appuntamento elettorale, incontrando però l'opposizione delle forze dell’ordine in tenuta antisommossa. Nei tafferugli sono rimasti feriti sei agenti, colpiti da bottiglie e bombe carta: per uno di loro si è reso necessario un intervento chirurgico.

Il vicepremier australiano Barnaby Joyce si è dimesso venerdì dal Governo sull'onda di un'accusa di molestie sessuali. Joyce ha precisato che uscirà dal Consiglio dei ministri ma non dal Parlamento, per assicurare la maggioranza al premier Malcolm Turnbull. Non è noto chi sia la donna che ha accusato il politico. All'inizio di febbraio alcuni giornali avevano rivelato che l'ex vicepresidente sta aspettando un figlio, che nascerà in aprile, dalla sua ex addetta stampa. Due giorni fa era finito nella bufera un altro australiano famoso, l’attore premio Oscar Geoffrey Rush; avrebbe toccato un'attrice "in una maniera che l'ha fatta sentire a disagio" nel 2015.

Un Airbus A321-111 della Swiss in volo da Barcellona a Zurigo ha compiuto precauzionalmente un atterraggio imprevisto giovedì sera a Marsiglia, in seguito a un allarme accompagnato da un odore anomalo in cabina. Il velivolo sarà esaminato sul posto, mentre i passeggeri ripartiranno venerdì dopo aver trascorso una notte in albergo.

Glencore torna nell'occhio del ciclone per le sue attività nella Repubblica democratica del Congo, dove impiegati accusano la società di "schiavismo". Lo ha affermato giovedì il sindacato internazionale industriALL, con sede a Ginevra, dopo una missione sul posto. Secondo l'organizzazione sindacale, i lavoratori della miniera di Kolwezi parlano di minacce, scarse condizioni sanitarie e di sicurezza, malattie, razzismo e discriminazioni, salari bassi o inferiori rispetto a quelli dei dipendenti stranieri.Il gigante delle materie prime con sede a Baar (ZG) respinge le accuse dicendosi aperta al dialogo di interessata prima di tutto alla sicurezza dei dipendenti

Le vittime di cinque giorni di bombardamenti delle forze siriane sulla Ghuta, zona ribelle nelle vicinanze di Damasco, hanno superato giovedì quota 400, secondo l'Osservatorio siriano dei diritti umani. Di questi, quasi un centinaio sarebbero bambini. L'ONG afferma che anche caccia russi partecipano agli attacchi, cosa che Mosca aveva già smentito. Secondo Medici senza frontiere, sono stati colpiti anche 13 ospedali. Una riunione del Consiglio di sicurezza, in cui si è discussa la proposta svedese e kuwaitiana di una tregua di 30 giorni, si è conclusa senza esito. L'ambasciatore russo non è disposto ad accettare il testo in quella forma.

Tariq Ramadan non sarà liberato, ha sentenziato giovedì la Corte d'appello di Parigi, respingendone il ricorso. La decisione è stata presa dopo il consulto medico che ha permesso di determinare uno stato di salute compatibile con la detenzione preventiva. Accusato di stupro e arrestato a inizio febbraio, il noto islamologo svizzero afferma d'essere molto indebolito a causa della sclerosi a placche che lo affligge unitamente a un'altra malattia non determinata. La prigionia è legittima, a detta della giustizia francese, per via del rischio di pressioni che il 55enne potrebbe esercitare sulle due donne che lo hanno denunciato per fatti risalenti al 2009 e al 2012.

Un automobilista è uscito di strada attorno alle 17.00 mentre percorreva la cantonale del Monte Ceneri, abbattendo un cartello segnaletico e fermandosi contro la roccia. Il conducente della vettura, soccorso dalla Croce Verde, secondo le prime informazioni è finito al pronto soccorso per accertamenti. L'incidente ha causato disagi al traffico.

DuPont Pioneer, filiale del più grande produttore americano di semi ibridi per l'agricoltura, chiuderà entro il 31 luglio i suoi uffici di Manno. Presente al sud delle Alpi dal 2000, ha deciso di lasciare il Ticino "per consolidare il business a Ginevra", quartier generale europeo. La partenza comporterà la perdita dell’impiego per 37 dipendenti. A loro "l'azienda intende offrire il maggior numero possibile di opportunità di ricollocamento". L'organico sarebbe però già diminuito dallo scorso anno. All'origine della partenza vi sarebbero motivi fiscali. L'azienda, è fra i maggiori contribuenti a Manno (7-8 milioni annui in tutto).

Bewar Omar è un 31enne curdo iracheno che fino a inizio febbraio lavorava in un salone di parrucchieri a Bellinzona e vive in Ticino da dieci anni. Ma ora rischia di dover lasciare la Svizzera. Mercoledì, infatti, il Tribunale amministrativo federale ha respinto la richiesta del suo legale di sospendere la decisione di allontanamento dalla Confederazione. Alla base di questa decisione c'è la considerazione che l'Iraq sia un paese sicuro e Bewar possa dunque farvi ritorno. Giovedì è partita una petizione per chiedere che il giovane resti, mentre la sua avvocata, Immacolata Iglio Rezzonico, inoltrerà una nuova richiesta di permesso di dimora.

Un agente della polizia comunale di Lugano è stato condannato giovedì a nove mesi con la condizionale, in quanto ritenuto colpevole di abuso di autorità per avere preso a calci e pugni negli uffici della centrale un uomo ubriaco che aveva urinato in un locale pubblico. L'agente 34enne, le cui aggressioni sono state riprese dalle telecamere, si è giustificato spiegando di aver avuto paura di venire infettato "perché l'uomo aveva detto che era malato di AIDS e ci sputava contro". Il giudice Mauro Ermani ha condannato l'agente a nove mesi di detenzione sospesi per due anni e una multa di 5'000 franchi.

L’Agenzia internazionale per l’energia atomica (AIEA) ha confermato, nel rapporto reso pubblico giovedì, che Teheran non ha perseguito scopi militari nella sua ricerca nucleare e si è attenuta agli accordi stipulati con le cinque potenze e la Germania nel 2015. Gli ispettori delle Nazioni Unite sottolineano in particolare che gli scienziati iraniani non hanno arricchito uranio a livelli proibiti e non ne hanno immagazzinato quantitativi illegali. La dichiarazione degli esperti di Vienna giunge a meno di 3 mesi dalla scadenza dell’ultimatum dato dalla Casa Bianca per rimediare alle "terribili lacune" dell’intesa, sotto minaccia di "stracciare" il relativo documento.

Il gruppo UBS, peso massimo mondiale della gestione di patrimoni, sarà chiamato alla sbarra, in ottobre e novembre a Parigi, per rispondere all'accusa d'aver creato un esteso sistema di frode fiscale, in quello che sarà il primo processo del genere e di tale portata nel paese. L'istituto elvetico avrebbe convinto, tra il 2004 e il 2012, la sua più abbiente clientela ad aprire conti non dichiarati nella Confederazione per un ammontare stimato a dieci miliardi di euro. Saranno nel contempo giudicati sei quadri superiori residenti chi in un paese chi nell'altro. Per tre di loro è stato spiccato un mandato d'arresto.

"L’inizio di marzo sarà molto importante per l’Unione Europea... C’è il referendum SPD in Germania e le elezioni italiane". Sono le parole usate da Jean-Claude Juncker mettendo l’accento in particolare sulla seconda votazione: "Dobbiamo prepararci al peggio, cioè a un Governo non operativo in Italia". Immediata la reazione del presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, che ha ribattuto: "Tranquillizzerò il presidente della Commissione UE: i Governi tra l’altro sono tutti operativi, i Governi governano". Juncker non ha nascosto i timori di "una forte reazione dei mercati a partire dalla seconda metà del prossimo mese".

"Il Governo ticinese è pronto a mettere a posto le questioni amministrative che devono essere messe a posto": con queste parole Manuele Bertoli, presidente del Consiglio di Stato ticinese, si è espresso ai microfoni della RSI in merito alla vicenda delle indennità e dei rimborsi spese dell’Esecutivo e del cancelliere, tra il 1999 ed il 2018. "Non tutto ha funzionato...; ci sono delle questioni amministrative che devono essere messe a posto", ammette il consigliere di Stato, all’indomani della discussione in Parlamento. Vicenda, questa, di cui si parla da tempo e che sarà oggetto di approfondimenti da parte della Commissione della gestione e delle finanze.

Daniele Finzi Pasca porterà in scena al LAC, il prossimo 10 marzo, "Bianco su bianco", il suo ultimo spettacolo che debuttò quattro anni fa a Bellinzona e che in questi anni è stato proposto un po' ovunque in giro per il mondo. L'evento è stato presentato giovedì mattina nel corso di un incontro con la stampa. "Tornare a casa è sempre bello, anche se quella di Lugano non è una vera residenza...", ha confessato l'artista ticinese, ricordando il legame che lo unisce con la città, che comunque continua a non essere una casa "adeguata" alle potenzialità della sua compagnia teatrale.

Il ministro degli esteri Ignazio Cassis era giovedì a Berlino, in un momento particolare per la Germania che a 5 mesi dalle elezioni non ha ancora formato un nuovo Governo. La situazione di stallo politico tedesco sta bloccando molte decisioni sia a livello europeo che nei rapporti con la Confederazione. Nel negoziato tra Berna e Bruxelles per la definizione di un accordo quadro tra Svizzera e UE il futuro Esecutivo di Berlino potrebbe rivestire un ruolo di mediazione. “Credo che la Svizzera, ha affermato il consigliere federale Cassis, stia facendo la sua parte. Speriamo che anche la Commissione europea si dimostri più flessibile su determinati aspetti”.

Una soluzione informatica globale per facilitare il lavoro al cittadino: con la dichiarazione fiscale 2017, limitatamente alle persone fisiche, si potranno trasmettere in formato elettronico alla Divisione delle contribuzioni anche i giustificativi. La novità è stata presentata giovedì a Bellinzona dai rappresentanti del Dipartimento delle finanze e dell’economia nel corso di una conferenza stampa. La nuova formula del sistema eTax funziona con i sistemi operativi più diffusi per PC o MAC. La versione precedente, che aveva dei limiti di funzionalità, aveva raccolto parecchio interesse, tanto che oltre il 50% delle dichiarazioni avveniva già via internet.

Un ex prete 53enne è stato condannato giovedì dal Tribunale di Deggendorf (Baviera) a otto anni e mezzo di carcere per aver commesso un centinaio di aggressioni sessuali su cinque bambini e una 18enne. I fatti sono avvenuti negli anni '90 in Germania e altri paesi, tra cui la Svizzera. Gli abusi, stando a quanto riferisce il tribunale in un comunicato, sono durati sette anni. Prima di scontare la pena, dovrà sottoporsi a un trattamento psichiatrico a tempo indeterminato in un istituto chiuso. L'uomo aveva già scontato cinque anni e mezzo di carcere tra il 2003 e il 2009 per reati analoghi ed era stato escluso dalla Chiesa cattolica.

E‘ stato trovato morto, lo scialpinista 57enne dato per disperso da mercoledì nella regione tra Grigioni e Austria della Lareintal. L’uomo, un 57enne tedesco, stava percorrendo la salita da Galtuer, in Austria, verso la Heidelbergerhuette in territorio elvetico. Il 57enne è stato travolto da una slavina che si è staccata da una montagna nella zona del Ritzenjoch mentre viaggiava in direzione della capanna della Heidelberger. I soccorsi lo hanno ritrovato sotto una coltre nevosa alta più di un metro. Secondo le informazioni della polizia retica e di quella austriaca, sembra che l’uomo abbia provocato lui stesso lo scoscendimento nevoso.

Il Municipio di Lugano ha approvato giovedì un'ordinanza per la prevenzione dell'inquinamento luminoso e ha inoltre dato avvio ai lavori per l'adozione di un piano dell'illuminazione pubblica. La nuova misura prevede, tra i vari punti, che le luci esterne e le insegne pubblicitarie debbano essere spente dalle 24.00 alle 06.00, ad eccezione delle attività produttive e commerciali che restano in funzione durante quegli orari. Inoltre, le insegne non devono abbagliare o causare riflessi pericolosi per i pedoni, i ciclisti o i conducenti". Occorre inoltre evitare di installare impianti di illuminazione nelle aree naturali, laddove possibile.

Il valore del Bitcoin perde il 4,8% e torna sotto i 10'000 dollari. A pesare è ancora una volta la temuta stretta delle autorità. In Francia l'autorità per i mercati finanziari ha stabilito che le piattaforme di trading online per i derivati della criptovalute siano sottoposte a standard e normative europee più stringenti.

Gol sfortunati per Sven Baertschi e Timo Meier nella notte NHL. Nonostante le segnature degli elvetici, infatti, le squadre di Vancouver e San Jose hanno lasciato il ghiaccio da sconfitte. I Canucks sono stati superati per 6-3 dai Vegas Golden Knights di Luca Sbisa, che mantengono così il posto di leader della Western Conference davanti ai Nashville Predators. Per Baertschi, autore dell'1-1, è la 14a rete stagionale. Per contro Meier è stato l'unico realizzatore nel ko degli Sharks a Chicago, dove i Blackhawks si sono imposti per 3-1. Per l'appenzellese si tratta del gol numero 15 quest'anno.

Dario Cologna non è riuscito a conquistare un'altra medaglia nello sci di fondo. Complice un problema con gli sci, il grigionese ha chiuso al nono posto la 50km a stile classico a 4'21"1 dal vincitore. Per il rossocrociato continua dunque la maledizione nella gara più lunga, che mai gli ha riservato soddisfazioni a livello internazionale. L'oro è andato al finlandese Iivo Niskanen, che ha chiuso in 2h08'22"1 davanti ai russi Alexander Bolshunov e Andrey Larkov. Grandi delusi i norvegesi che non sono riusciti ad andare oltre il 5o rango di Martin Sundby.

Il leader di CdM Nevin Galmarini ha rispettato il suo ruolo di favorito vincendo il gigante parallelo. Un successo per nulla scontato per l'elvetico stesso. "Sochi era già stato un highlight assoluto e sarebbe stato ok anche se fosse rimasta la mia unica medaglia olimpica. Non mi sarei mai sognato che tutto andasse così bene oggi, dall'inizio alla fine". "Il nostro sport è durissimo, se fai un errore sei fuori. Ho avuto un duello che si è deciso per 6 centesimi, non è nulla! Dall'altra parte c'è dietro tantissimo lavoro duro", ha concluso.

La Svizzera ha conquistato l'oro nel Team Event, che ha chiuso le gare di sci alpino alle Olimpiadi di PyeongChang. Wendy Holdener, Ramon Zenhaeusern, Daniel Yule, Denise Feierabend e Luca Aerni (riserva) hanno così portato a 14 il bottino di medaglie rossocrociate in Corea del Sud. La squadra elvetica ha battuto nell'ordine Ungheria (4-0), Germania (2-2), Francia (3-1) e Austria (3-1), rimontando in finale dopo il vantaggio iniziale delle Aquile. Il bronzo è andato alla Norvegia, che nella finalina ha sconfitto la Francia campione del mondo in carica.

Nevin Galmarini ha conquistato l'oro nel gigante parallelo, la prima medaglia elvetica nello snowboard ai Giochi di PyeongChang 2018. Un podio che ha portato a 15 il bottino della delegazione rossocrociata, eguagliando il record stabilito nel 1988 alle Olimpiadi invernali di Calgary. Unico svizzero a raggiungere la fase a eliminazione diretta, il grigionese ha migliorato il risultato di Sochi, dove quattro anni fa aveva vinto l'argento. Il 31enne, favorito alla vigilia, in finale ha sconfitto il beniamino di casa Sangho Lee, mentre il bronzo è andato al collo dello sloveno Zan Kosir.

La Svizzera dello sci alpino ha chiuso come meglio non poteva le Olimpiadi di PyeongChang con l'oro nel team event. "Non è stato facile, ero nervosa", ha detto Wendy Holdener. "Gli ultimi giorni sono stati intensi, sono veramente fiera di come abbiamo vinto oggi". "Ho cercato di restare concentrato e non pensare al successo di due giorni fa", le ha fatto eco Zenhaeusern. "Sapevo che era possibile vincere l'oro, ma non osavo pensarci. E' incredibile". Molto contento anche Daniel Yule: "Ho fatto il mio lavoro, ma Ramon e Wendy hanno sciato fortissimo. E' stato proprio un lavoro di squadra".

Basket: dopo la pausa dedicata all'All Star Game, gli Houston Rockets e Clint Capela hanno ripreso la loro marcia in NBA. La compagine texana ha infatti inanellato l'undicesima vittoria consecutiva grazie successo per 120-102 sui Minnesota Timberwolves. Tra i grandi protagonisti vi è stato anche il ginevrino, autore di 25 punti e 11 rimbalzi, e superato a livello di punteggio soltanto dal suo compagno James Harden che ne ha messi a segno 31.

Snowboard: Sébastien Toutant ha conquistato la prima medaglia d'oro olimpica della storia nel big air. Il canadese ha preceduto lo statunitense Kyle Mack e il britannico Billy Morgan. Michael Schaerer e Jonas Boesiger hanno ottenuto un diploma olimpico grazie al sesto e all'ottavo posto. Bob: Rico Peter e il suo equipaggio possono sognare una medaglia ai Giochi di PyeongChang dopo le prime due manche di bob a 4. Gli elvetici sono quinti a 0"66 dal tedesco Friedrich a pari merito con i team di Lochner (Germania) e di Melbardis (Lettonia). L'altro rossocrociato Bracher è attualmente 12o a 1"05. La gara si completa domenica.

Steve Guerdat su Albführen's Happiness ha conquistato il terzo posto nel CSI di Göteborg grazie a un percorso netto. Il fantino svizzero ha chiuso la gara dietro ai due svedesi Malin Baryard-Johnsson e Peter Fredricson. Nono l'altro elvetico Paul Estermann.

Chi la dura la vince e, nel caso Fringer, Christian Constantin può dire di averla parzialmente vinta. Il Tribunale Arbitrale dello Sport ha infatti ridotto a 5 mesi e 30'000 franchi di multa la pena del presidente del Sion. Dopo aver alzato le mani sul commentatore Rolf Fringer lo scorso 21 settembre a Cornaredo, il patron vallesano era stato punito dalla Swiss Football League con 14 mesi di squalifica e un'ammenda di 100'000 franchi. Il 61enne aveva subito deciso di fare appello al TAS. Constantin potrà quindi tornare in tribuna il prossimo 18 marzo a Basilea.

Il Ginevra Servette prova a rinforzarsi per centrare l'obiettivo dei playoff. Il club romando ha ingaggiato fino al termine della stagione l'attaccante finlandese Michael Keränen. In questa stagione il centro di 28 anni ha messo a referto 38 punti in 39 partite con il KooKoo, formazione del campionato finnico.

Fresco di ritorno sul tetto della classifica ATP, Roger Federer ha annunciato che non disputerà il torneo ATP 500 in programma a Dubai la settimana prossima. Il renano ha optato per il riposo prima di difendere lo scettro a Indian Wells e Miami. "Roger ha riferito che intende passare ancora del tempo in famiglia e soprattutto che non vuole prendersi dei rischi prima di due Masters 1000", così ha spiegato Salah Tahlak, direttore della competizione negli Emirati. King Roger impugnerà di nuovo la racchetta al "Match for Africa 5" del 5 marzo dove affronterà Jack Sock.

-Josh Holden e Sandro Aeschlimann non scenderanno in pista con la maglia dell'EVZ Academy nei playoff di Swiss League. Lo Zugo ha infatti deciso di preservare i due giocatori in vista della sua postseason, visto che il regolamento vieta di schierare gli "over 23" in entrambe le leghe. -Il Ginevra potrà contare sul finlandese Michael Keranen per cercare di mantenere un posto valido per i playoff di NL. L'attaccante, proveniente dal massimo campionato finnico (dove ha firmato 38 punti in 39 impegni stagionali), ha sottoscritto un contratto valido fino al termine della stagione.

Lo Zugo Academy non schiererà Josh Holden (40 anni) e Sandro Aeschlimann (23 anni) nei playoff della Swiss League, che li vedrebbe opposti al Rapperswil nei quarti di finale. Il club della Svizzera centrale vuole infatti preservarli per i playoff di National League, nell'ipotesi del ferimento di uno straniero o del portiere Stephan. Il regolamento vieta ai giocatori dell'Academy di più di 23 anni di venire impiegati nel post-season di entrambe le leghe.

Atletica: la Svizzera avrà una freccia in più al proprio arco ai Mondiali indoor (1-4.03). Si tratta dell'ostacolista Jason Joseph, inserito dalla IAAF nel ristretto gruppo di atleti meritevoli di essere presenti a Birmingham nonostante non abbiano ottenuto il limite. Il 19enne basilese ha un miglior tempo stagionale di 7"77 sui 60m quando il limite A era stato fissato a 7"70. Equitazione: il giurassiano Steve Guerdat è salito sul 3o gradino del podio nel CSI di Goeteborg. In sella a Albfuehren's Happiness l'elvetico ha completato un percorso netto, ma è stato più lento degli svedesi Malin Baryard-Johnsson (1o) e Peter Fredricson (2o).

Ai Mondiali indoor di Birminghan (1-4 marzo) ci sarà anche Jason Joseph. Swiss Athletics ha fatto sapere che il giovane ostacolista rossocrociato ha ricevuto un invito direttamente dalla IAAF.

La Germania ha compiuto un altro exploit nel torneo olimpico maschile. Dopo aver estromesso la Svizzera e la Svezia, la compagine di Sturm a sorpresa ha sconfitto nel penultimo atto il Canada, imponendosi per 4-3 al termine di un match spettacolare. I tedeschi hanno offerto un'ottima prova nei primi 40', arrivando alla seconda pausa avanti di tre reti (4-1), e hanno poi retto il tentativo di rimonta dei nordamericani nel terzo periodo. La Germania, che in finale sfiderà gli OAR, si è così assicurata la 2a medaglia nella disciplina, dopo il bronzo conquistato nel 1976 a Innsbruck.

Phil Bauhaus (Team Sunweb) ha conquistato la terza tappa dell'Abu Dhabi Tour, chiudendo la volata finale davanti al connazionale Marcel Kittel (Katusha-Alpecin). Il leader resta l'italiano Elia Viviani, oggi quarto.

Biathlon: la Svezia ha conquistato il primo titolo olimpico della sua storia nella staffetta 4x7,5km maschile imponendosi davanti a Norvegia e Germania. Gli svizzeri Wiestner, Weger, Finello e Dolder hanno dovuto accontentarsi del 15o posto.

Il big match degli ottavi di Europa League sarà certamente quello tra Milan e Arsenal. Un duello tra due club che mai hanno vinto questo trofeo, ma anche un "derby rossocrociato" tra Ricardo Rodriguez e Granit Xhaka. Particolarmente intensi anche gli accoppiamenti che opporranno Marsiglia e Athletic Bilbao, così come CSKA Mosca-Lione. Urna fortunata per il Borussia Dortmund che se la vedrà con il Salisburgo, così come per l'Atletico Madrid che affronterà il Lokomotiv Mosca. Gli altri incontri sono Lazio contro Dinamo Kiev, Lipsia contro Zenit e Sporting contro Viktoria Plzen.

"E' incredibile", ha spiegato Peter De Cruz al termine della finalina olimpica vinta contro il Canada, "dopo la sconfitta contro la Svezia eravamo molto delusi, ma ora siamo davvero contenti di aver conquistato questa medaglia di bronzo. E' il premio per un lavoro durato diversi anni". "A differenza delle ultime partite", ha continuato lo skip rossocrociato, "questa volta abbiamo iniziato bene il match, giocando da subito in maniera più attenta e precisa". "Il bilancio (due medaglie, ndr) per il curling svizzero è sicuramente positivo", ha detto il coach Claudio Pescia.

La squadra degli Atleti Olimpici della Russia è la prima finalista del torneo maschile di hockey dei Giochi di PyeongChang. Nel penultimo atto Datsyuk e compagni hanno sconfitto per 3-0 la Cechia di Kubalik. La sfida è stata decisa nel secondo terzo grazie alle reti siglate da Gusev (28') e Gavrikov (29'). Di Kovalchuk a porta vuota il 3o punto. I russi tornano così a disputare una finale alle Olimpiadi a distanza di 20 anni dall'ultima volta (Nagano 1998), quando persero dai cechi. L'ultimo titolo, conquistato dall'allora URSS, risale invece a Calgary 1988.

La squadra maschile di curling ha regalato alla Svizzera la tredicesima medaglia alle Olimpiadi di PyeongChang. Nella finale per il terzo posto il team di Ginevra ha battuto 7-5 il Canada, mettendosi così al collo il bronzo. Alla loro prima partecipazione ai Giochi e protagonisti di un torneo caratterizzato da alti e bassi, contro i nordamericani Peter De Cruz, Benoit Schwarz, Claudio Paetz e Valentin Tanner sono riusciti a offrire una prova solida, mantenendo sino alla fine il vantaggio conquistato nei primi end. Tra gli uomini si tratta della 4a medaglia elvetica nella disciplina.

La 15enne Alina Zagitova ha conquistato la prima medaglia d'oro per gli Atleti Olimpici della Russia (OAR) alle Olimpiadi di PyeongChang. Già prima dopo il corto, ha proposto un programma libero praticamente perfetto, precedendo la connazionale e campionessa del mondo in carica Evgenia Medvedeva, che ha ottenuto lo stesso punteggio nel lungo. Sul gradino più basso del podio è salita la canadese Kaetlyn Osmond. L'elvetica 16enne Alexia Paganini ha concluso al 21o rango, perdendo due posizioni rispetto al corto nonostante una discreta prestazione senza grosse sbavature.

-Lo svizzero Fritz Schmid è stato scelto come selezionatore della Nuova Zelanda. Il 58enne zurighese è stato a lungo assistente di Christian Gross ed ha affiancato Marcel Koller sulla panchina della Nazionale austriaca prima di diventare direttore tecnico della Federazione malesiana.

"E' stata una giornata piena di emozioni, non potevo chiedere di più", ha detto una raggiante Fanny Smith dopo la gara di skicross conclusa al terzo posto. "Ho avuto la mia rivincita alle Olimpiadi con la medaglia di bronzo e ho dovuto battermi per ottenerla, quindi vale ancora di più", ha aggiunto. La 25enne vodese vantava infatti sinora tre podi ai Mondiali, ma ai Giochi nel 2010 e nel 2014 non aveva superato le semifinali. "Alla partenza ho preso un respiro profondo e mi sono detta di divertirmi, di fare quello che so fare e di battermi fino al traguardo", ha spiegato.

Fanny Smith ha conquistato la medaglia di bronzo nello skicross. La vodese ha chiuso la finale al 3o posto, vincendo il duello con la svedese Sandra Naeslund dopo un errore a metà gara e piazzandosi alle spalle delle canadesi Kelsey Serwa e Brittany Phelan. Per la Svizzera è il 12o podio alle Olimpiadi di PyeongChang, il 4o nel freestyle, mentre per la 25enne svizzera è la prima medaglia ai Giochi. Sanna Luedi ha chiuso al settimo posto, guadagnandosi un diploma olimpico, mentre Talina Gantenbein non ha superato i quarti di finale e Priscillia Annen si è fermata agli ottavi.

E' ancora incredulo Ramon Zenhaeusern, che ha regalato alla Svizzera una medaglia nello slalom olimpico maschile che mancava da ben 38 anni. "Non capisco ancora cosa stia succedendo", ha spiegato il lungagnone vallesano, che poche settimane fa a Stoccolma ha colto il suo primo successo in Coppa del Mondo, "penso che ci metterò un po' a realizzare quello che ho fatto". Fondamentale è stato il lavoro dell'intero team rossocrociato. "Siamo una squadra molto unita e i risultati che sono arrivati quest’anno ci hanno fatto capire che ognuno di noi può davvero ottenere qualcosa di grande".

Sembrava tutto quasi troppo bello per l'Atalanta quando è stata beffata dall'1-1 di Schmelzer all'83'. In virtù del 3-2 nell'andata dei 1/16 di Europa League, è quindi il Borussia Dortmund di Buerki a passare il turno. Pur senza brillare il Milan di Rodriguez ha gestito il 3-0 del 1o match e ha superato per 1-0 il Ludogorets a San Siro grazie al gol di Borini. L'Ostersunds ha solo sfiorato l'appuntamento con la storia dopo essersi portato sul 2-0 all'Emirates Stadium. Il 2-1 dell'Arsenal ha infatti vanificato il sogno degli svedesi di ribaltare il 3-0 e di qualificarsi.

Il ginocchio sinistro non sembra voler dare tregua a Stan Wawrinka (ATP 13). Il vodese è stato costretto ad alzare bandiera bianca contro Ilya Ivanshka nel secondo set dell'ottavo di finale del torneo ATP 250 di Marsiglia. Visibilmente dolorante, il tennista elvetico si trovava sotto per 6-4 1-1 contro il numero 193 al mondo, dopo aver concesso in meno di un'ora la prima frazione. Dopo il ko al 1o turno a Rotterdam, si tratta di un'altra uscita prematura per il losannese, non ancora pienamente recuperato dopo la doppia operazione all'articolazione.

Serata di festa all'Olimpico dove la Lazio ha rifilato un sonoro 5-1 alla Steaua Bucarest (avversaria del Lugano nel girone). Mattatore di serata è stato Immobile, autore di una tripletta, che ha regalato ai suoi la qualificazione agli 1/8 di EL ed è diventato il 10o miglior marcatore biancoceleste di sempre. Destino opposto per il Napoli, già fuori dalla competizione per mano del Lipsia. I partenopei, vincenti per 2-0 in Germania, sono solo andati vicini a ribaltare il 3-1 dell'andata. Infine grazie al 3-0 casalingo lo Zenit ha infranto i sogni del Celtic.

Dopo la sconfitta nella partita d'esordio contro la Macedonia, la Nazionale Svizzera è riuscita a vincere il secondo impegno contro la Slovaccia, mantenendo così vive e speranze di qualificazione all'Europeo 2021. Sul parquet della Saint-Léonard di Friborgo, con in campo i ticinesi Roberto Kovac e Marko Mladjan (Ginevra) e l'ex luganese Juraj Kozic (Boncourt), i rossocrociati hanno avuto la meglio dopo i tempi supplementari per 83-80 (31-38).

Sci:le nevi italiane di Sarntal devono essere particolarmente congeniali agli sciatori elvetici che hanno piazzato addirittura 6 atleti nei primi 10 nel super G di Coppa Europa. Barandun è stato il più veloce di giornata e ha preceduto il connazionale Mauro Caviezel; buoni risultati anche per Odermatt (4o), Kryenbuehl (6o), Weber (7o) e Rogentin (10o). Basket: la Svizzera può continuare a sperare di qualificarsi per gli Europei del 2021 grazie al successo per 83-80 all'overtime contro la Slovacchia. Nel 2o match di prequalificazione Kovac e compagni hanno dunque saputo reagire al ko patito all'esordio in Macedonia.

Il Kloten ha deciso di aver scelto Pascal Signer come nuovo CEO, che andrà a sostituire il partente Matthias Berner. Il 28enne, che sarà in carica dal primo di aprile, ha accumulato esperienza nella società calcistica del San Gallo.

Nella gara di super G di Coppa Europa in programma a Sarntal (Italia), grande prova degli atleti svizzeri. Al primo ed al secondo posto hanno concluso rispettivamente Gian Luca Barandun, alla prima vittoria nel circuito, e Mauro Caviezel (+0"27). A completare la classifica finale e la stupenda giornata per i colori rossocrociati ci hanno pensato Marco Odermatt (quarto), Urs Kryenbühl (sesto), Ralph Weber (settimo) e Stefan Rogentin (decimo).

Elia Viviani è il nuovo leader del Giro di Abu Dhabi. Grazie al successo in volata nella seconda tappa (Yas Mall - Yas Beach di 154 km), lo sprinter italiano si è anche portato in vetta alla generale a pari merito con il norvegese Alexander Kristoff, vincitore ieri

Giornata importante per la Formula 1 2018 quella di giovedì. Sono infatti state presentate al pubblico le due maggiori candidate al titolo della stagione, ovvero la Mercedes (campione in carica) e la Ferrari. La W09 della casa tedesca sembra ancora la monoposto da battere, con uno Lewis Hamilton motivatissimo a ripetere quanto fatto l'anno scorso e che sarà di nuovo coadiuvato da Valtteri Bottas. Il Cavallino Rampante invece punta ancora su Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen per riportare in Italia il titolo che manca dal 2007. Si parte il 25 marzo da Melbourne.

Biathlon: Nella staffetta femminile a trionfare è stata la Bielorussia, trainata in ultima frazione dalla plurimedagliata Darya Domracheva. Sul podio sono giunte anche Svezia e Francia. Buona prova della Svizzera di Elisa e Selina Gasparin, Lena Haecki e Irene Cadurisch, con il 6o posto finale.

Quattro anni dopo un oro firmato Gisin, ne è giunto un altro. Questa volta è stata Michelle a salire sul gradino più alto del podio, una cosa che la stessa 24enne ha capito di poter ottenere già dopo la prima manche della combinata. "Pensavo di avere qualche chance dopo l'ottima prova di discesa. In slalom poi ho tenuto il passo di Mikaela (Shiffrin, ndr) e lì ho capito che ce l'avevo fatta" ha affermato. Le fa eco l'altra medagliata, Wendy Holdener: "Per me era difficile riuscire a raggiungere il podio dopo la prima manche. E' bellissimo festeggiare con Michelle!"

Quasi come agli ultimi Mondiali di St.Moritz. Michelle Gisin e Wendy Holdener sono entrambe salite sul podio di combinata conquistando, rispettivamente, la medaglia d'oro e quella di bronzo. Una doppietta che porta la Svizzera in doppia cifra per quel che riguarda le medaglie conquistate a PyeongChang, raggiungendo quota 11. La Gisin segue così la sorella Dominique che quattro anni fa trionfò in discesa. Mentre per la Holdener è il secondo podio in Corea dopo l'argento in slalom. Tra le due elvetiche si è infilata Mikaela Shiffrin, mentre Lindsey Vonn è uscita nella seconda manche.

La nona medaglia elvetica a PyeongChang porta la firma di Ramon Zenhaeusern. Il 25enne vallesano, dall'alto dei suoi due metri d'altezza, ha piazzato una seconda manche strepitosa nello slalom, cogliendo un magnifico argento. Il rossocrociato ha rimontato dal 9o posto della 1a frazione. Era da Lake Placid 1980 con Jacques Luethy che un elvetico non saliva sul podio nello slalom maschile olimpico. Titolo per Andre Myhrer, che ha sfruttato l'uscita di Marcel Hirscher nella 1a manche ed Henrik Kristoffersen nella 2a. Bronzo per Michael Matt, dopo l'oro del fratello Mario a Sochi 2014.

La squadra rossocrociata può davvero ambire ad una medaglia nella combinata femminile ai Giochi di PyeongChang. Sulla pista di Jeongseon sono infatti arrivati il 3o posto di Michelle Gisin (+0"77) e il 10o di Wendy Holdener (+2"74) nella manche di discesa. Le elvetiche dovranno però fare i conti nello slalom, in programma alle 07h00, con le americane. Ovvero Lindsey Vonn, autrice di una strepitosa prima prova, e soprattutto Mikaela Shiffrin, 6a con 0"76 di vantaggio sulla Holdener. Non era al via Lara Gut, già tornata in Svizzera, e nemmeno la fresca campionessa olimpica Sofia Goggia.

-La Svizzera non è riuscita a ripetere l'impresa di superare la Svezia nelle semifinali del torneo maschile di curling e si disputerà quindi la finalina per la medaglia di bronzo. Dopo aver superato la Gran Bretagna al tie-break, De Cruz e compagni sono stati sonoramente battuti dagli scandinavi per 9-3 e ora sfideranno il Canada per salire sul gradino più basso del podio (venerdì ore 07h35).

Snowboard: netto successo della grande favorita Anna Gasser nel big air. L'austriaca ha chiuso, con 185,00 punti, davanti alla statunitense Jamie Anderson e alla neozelandese Zoi Sadowski Synnott. Quinto posto e diploma olimpico per l'elvetica Sina Candrian, che ha però finito con oltre 17 punti di distanza dal podio.

Sulla pista di Yongpyong è sfumato il sogno di Marcel Hirscher di confezionare una storica tripletta olimpica gigante-slalom-combinata, come riuscito in passato solo a Toni Sailer (1956) e Jean-Claude Killy (1968). L'austriaco è infatti uscito dal tracciato nella prova a paletti stretti: un fatto mai successo in questa stagione di Coppa del Mondo. Ne ha così approfittato il suo grande rivale Henrik Kristoffersen, che ha chiuso in testa la prima manche. Bene Ramon Zenhaeusern, a 0"32 dal podio. Più indietro Daniel Yule e Loic Meillard mentre è uscito Luca Aerni.

Tra Siviglia e Manchester United si deciderà tutto nel ritorno all'Old Trafford. Nell'andata degli ottavi di CL, i vincitori delle ultime 4 edizioni di Europa League si sono infatti lasciati a reti inviolate. I ragazzi di Montella non hanno capitalizzato il predominio territoriale. L'occasione più ghiotta si è infranta al 46' contro De Gea, provvidenziale sull'incornata di Muriel. Non è bastato il 5o gol in 4 match di Under per regalare la vittoria alla Roma, rimontata e sconfitta per 2-1 in casa dello Shakhtar Donetsk. Decisiva la magia di Fred su punizione.

Nell'unica partita in programma nella Liga, il Real è riuscito a vincere sul campo del Leganés per 3-1. Nonostante il brivido iniziale firmato Bustinza, ci hanno pensato Vázquez e Casemiro (gol e assist per entrambi) a mettere la disputa sui giusti binari, mentre Ramos su rigore in pieno recupero ha abbellito il risultato. Grazie a questo successo i Blancos tornano al terzo posto in classifica, ma il Barcellona capolista dista ancora 14 punti.

Il CSKA di Mosca ha battuto in casa la Stella Rossa con il risultato di 1-0, grazie al gol poco prima della pausa di Dzagoev. In virtù del pareggio a reti bianche dell'andata a Belgrado, saranno i russi ad accedere agli ottavi di Europa League.

Ciclismo: nella 1a tappa del Giro di Abu Dhabi, vinta dal norvegese Alexander Kristoff, Mark Cavendish è caduto ancor prima della partenza ufficiale, nella zona neutra, e si è ritirato. Il britannico della Dimension Data ha subito una commozione cerebrale e un colpo di frusta.

Bob a 2: anche alle sue terze Olimpiadi Sabrina Hafner non è riuscita a conquistare un diploma. La 33enne basilese e la frenatrice Rahel Rebsamen si sono infatti classificate none, non riuscendo a migliorarsi rispetto alla prima giornata. Per soli 7 centesimi il titolo è andato a sorpresa alle tedesche Jamanka/Buckwitz, che hanno preceduto le più navigate statunitensi Meyers Taylor/Gibbs.