Arte

È in Finlandia il Museo Europeo 2024

Il Museo Sámi Siida che custodisce la cultura dei Sámi si aggiudica il premio per la sua partecipazione etica e le pratiche di conservazione inclusive

  • 13 maggio, 12:54
  • ARTE
Museo Sami Siida
  • Imago Images

l Museo Sámi Siida, che nell’estremo nord della Finlandia racconta e sostiene la cultura del popolo lappone dei Sámi, è il Museo Europeo dell’anno 2024. Il premio al museo della città di Inari è stato assegnato dalla giuria EMYA (European Museum of the Year Award). Il premio istituito nel 1977 celebra il museo che maggiormente lavora nel solco dei valori del Consiglio d’Europa: il rinforzo della democrazia, la cooperazione comunitaria, la promozione dei diritti umani e l’investimento nella sostenibilità.

La scelta del museo lappone come museo europeo dell’anno, secondo la giuria premia «il suo processo di integrazione aperto, partecipativo e trasparente che crea nuove opportunità di collegamento tra passato e presente per le comunità locali e la popolazione in generale».

Il museo permette una partecipazione etica e pratiche di conservazione inclusive. Durante il suo processo di rinnovamento, il nuovo museo Sámi ha sviluppato un’ampia rete di cooperazione con varie associazioni Sámi, associazioni di artigiani e istituzioni educative, con le quali ha realizzato progetti di ricerca, raccolta dati e sviluppo“. Questo il motivo per cui il comitato ha scelto il Museo Sámi Siida, posto nella città finlandese di Inari. La sua creatività, la promozione del dialogo culturale e le pratiche di conservazione etica sono il punto forte di questo museo indigeno: i Sámi, dopotutto, sono l’unico popolo nativo rimasto in Europa, le cui terre ancestrali (dette “Sápmi”, a lungo chiamate con il termine dispregiativo “Lapponia”) si estendono, oltre alla Finlandia, su Norvegia, Svezia, Finlandia e Russia. E questo è l’unico museo in Europa che protegga attivamente l’eredità dei Sámi. Principalmente rivolto allo stesso popolo, secolarmente abusato dalle quattro nazioni entro cui vive, il museo è riuscito a connettersi a un pubblico più ampio: “siamo così felici di vedere come la nostra storia Sámi risuona con l’intera comunità museale europea e con le persone di tutto il mondo”, ha commentato la direttrice del museo Taina Pieski.

Fondato nel 1959, e completamente rinnovato nell’attuale sede nel 2022, il Museo Sámi Siida è il museo nazionale del popolo Sámi della Finlandia, l’unica cultura indigena riconosciuta in Europa. Ed è anche l’unica istituzione museale finlandese a riunire e salvaguardare attivamente il patrimonio culturale tangibile e intangibile dei Sámi, conducendo una costante attività di ricerca basata sulle proprie collezioni.

Museo europeo 2024

Alphaville 08.05.2024, 11:30

  • Imago Images

Ti potrebbe interessare