Scienza e Tecnologia

La vegetazione alpina soffre la mancanza di neve

Le catene montuose sono tra gli ambienti che si stanno riscaldando più rapidamente. In particolare sono gli arbusti a risentire di più dei cambiamenti climatici. Lo studio

  • 21 marzo, 14:39
  • 22 marzo, 13:40
  • INFO
  • CLIMA 2017
La vegetazione alpina è a rischio a causa dei cambiamenti climatici

La vegetazione alpina è a rischio a causa dei cambiamenti climatici

  • Keystone
Di: ATS/RSI Info

La vegetazione alpina è a rischio a causa dei cambiamenti climatici. La più grande minaccia è la diminuzione del manto nevoso, che rende il suolo sempre più povero di nutrienti per l’alterazione degli equilibri invisibili tra le piante e i microrganismi. Lo indica uno studio dell’Università britannica di Manchester, pubblicato sulla rivista Global Change Biology.

Le catene montuose sono tra gli ambienti che si stanno riscaldando più rapidamente e in cui si sta assistendo a una rapida trasformazione degli ecosistemi, in particolare con lo spostamento verso l’alto della vegetazione, che necessita di temperature basse. A risentire di più dei cambiamenti climatici sono gli arbusti.

La copertura nevosa sta rapidamente modificando le invisibili relazioni stagionali tra le piante e i microrganismi del terreno, due gruppi che sono ciclicamente in competizione per i nutrienti presenti nel suolo, si legge nello studio.

In modo ciclico, dopo lo scioglimento della neve, le piante iniziano a crescere e competere con i microrganismi del suolo per i nutrienti spostando così l’immagazzinamento di molti composti organici dal suolo alle piante. Poi con l’arrivo del freddo, molte piante muoiono e i nutrienti vengono di nuovo restituiti al terreno.

Secondo i ricercatori a regolare queste fasi è anche il manto nevoso, la cui copertura consente ai microrganismi di agire come se fossero protetti da una coperta e allo stesso tempo protegge le radici delle piante.

Entro la fine del secolo si stima che ci sarà il 90% in meno di neve. Un cambiamento che potrebbe alterare profondamente il delicato equilibrio attuale, fino a decimare gli arbusti alpini.

Notiziario delle 21:00 del 13.03.2024

Notiziario 13.03.2024, 21:30

Correlati

Ti potrebbe interessare