Svizzera

Bürgenstock, tutti gli attacchi informatici sono stati respinti

I siti web delle autorità e delle organizzazioni coinvolte nel vertice di pace sull’Ucraina erano stati presi di mira dal gruppo di hacker filorusso denominato NoName057(16)

  • 20 giugno, 16:23
  • 20 giugno, 16:33
Bürgenstock Ucraina conferenza pace

I leader mondiali riuniti al Bürgenstock durante la recente conferenza

  • Reuters
Di: ATS/RSI Info

Sono stati tutti respinti tempestivamente gli attacchi informatici che hanno avuto luogo prima, durante e dopo il vertice di pace sull’Ucraina tenutosi al Bürgenstock (NW) lo scorso fine settimana. I siti web delle autorità e delle organizzazioni coinvolte nell’evento erano stati presi di mira da hacker filorussi.

Ci sono stati problemi tecnici anche durante la trasmissione in diretta del discorso della presidente della Confederazione, Viola Amherd, e del presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ma questi problemi non erano legati a un attacco informatico. E anche l’interruzione di corrente di domenica nella regione di Berna è stata provocata da altro.

Lo ha reso noto giovedì l’Ufficio federale per la cibersicurezza (UFSC) che, in vista della conferenza di alto livello nel Canton Nidvaldo, si era preparato per tempo coordinando un centinaio di specialisti, nazionali e cantonali.

Poco prima, durante e per un breve periodo dopo il summit, si sono registrati diversi incidenti nel ciberspazio svizzero, comprendenti tra l’altro attacchi di sovraccarico (cosiddetti attacchi DDoS) contro i siti web delle autorità e delle organizzazioni coinvolte nella conferenza. È stato accertato, si legge nel comunicato, che tali attacchi sono stati eseguiti dal gruppo filorusso denominato NoName057(16).

L’infrastruttura informatica è stata colpita solo marginalmente. Non vi è stata alcuna minaccia per i dati della conferenza o delle organizzazioni coinvolte. In totale sono state prese di mira 22 autorità e organizzazioni svizzere.

Gli attacchi sferrati si sono mantenuti entro i limiti del previsto e hanno comportato soltanto brevi perturbazioni delle infrastrutture informatiche. In nessun momento vi è stata una minaccia concreta per i sistemi informatici e i dati della conferenza o delle organizzazioni coinvolte nel suo svolgimento. L’UFSC sta ancora rilevando alcuni attacchi DDoS a obiettivi in Svizzera. La situazione dovrebbe normalizzarsi nei prossimi giorni.

Sono stati inoltre registrati tentativi di intrusione nei sistemi informatici dei Cantoni di Nidvaldo e Obvaldo e attacchi di phishing contro i collaboratori della centrale per le chiamate d’urgenza di Lucerna.

Bürgenstock: le reazioni a Kiev

Telegiornale 17.06.2024, 20:00

Voci di scherno da parte di Mosca contro il Bürgenstock

Telegiornale 17.06.2024, 12:30

Bürgenstock, il bilancio per la Svizzera

Telegiornale 16.06.2024, 20:00

Correlati

Ti potrebbe interessare