Svizzera

L’MPC chiede strumenti “al passo coi tempi”

La Procura federale, presentando il rapporto 2023, segnala di non avere più risorse sufficienti per gestire i nuovi casi, spesso legati al terrorismo e alla criminalità informatica

  • 11 aprile, 11:09
  • 15 aprile, 13:40
  • INFO

La procura federale chiede più mezzi

Telegiornale 11.04.2024, 12:30

  • keystone
Di: ATS

Nel 2023 il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) ha aperto più procedimenti penali rispetto all’anno prima. Molti dossier sono stati risolti, ma la Procura federale non ha più risorse sufficienti per gestire i nuovi dossier, sempre più complessi. Stefan Blättler chiede quindi che le autorità giudiziarie vengano dotate di “strumenti al passo con i tempi”.

Ministero pubblico, in aumento i casi di terrorismo

Telegiornale 11.04.2024, 20:00

Anche lo scorso anno il MPC “ha dato il suo contributo al funzionamento dello Stato di diritto, lo posso affermare con certezza”, afferma il Procuratore generale nel rapporto d’attività presentato oggi, giovedì, aggiungendo che l’MPC è riuscito a utilizzare le sue limitate risorse “in modo mirato”, grazie soprattutto all’impegno dei suoi collaboratori, adattando l’organizzazione e fissando delle priorità.

Per il futuro è però indispensabile, “a fronte di una maggiore complessità di procedimenti e condizioni quadro”, che si possa disporre di “strumenti moderni” che consentano di rimanere “efficaci ed efficienti”.

Sempre più casi legati al terrorismo e alla criminalità informatica

A fine 2023 presso il MPC erano pendenti 500 inchieste, il numero più alto da anni .Ventuno sono i nuovi procedimenti aperti per terrorismo, circa il 50% in più rispetto ai dodici mesi precedenti, emerge dal rapporto d’attività pubblicato oggi. In totale, per la fine del 2023 erano pendenti 121 casi in tale ambito, il dato maggiore dal 2016.

Le persone sospettate sono inoltre sempre più giovani, in parte minorenni. Uno sviluppo che preoccupa Blättler: “In questi casi interviene la giustizia minorile, con la responsabilità che diventa delle procure minorili cantonali, che non sono specializzate in terrorismo”, ha detto ai media a Berna.

Anche i crimini informatici creano sempre più lavoro. “Nei prossimi anni mi aspetto un forte aumento di casi”, ha detto il procuratore generale. Già nel 2023 i nuovi procedimenti sono raddoppiati rispetto all’anno precedente.

MPC, la parola a Dounia Rezzonico

SEIDISERA 19.04.2022, 20:34

  • TiPress

Correlati

Ti potrebbe interessare