Il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire
Il ministro dell'Economia francese, Bruno Le Maire (Reuters)

UE: "tassare i colossi del web"

La proposta di alcuni Stati su una tassa destinata ai grandi gruppi attivi su Internet sta facendo breccia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La proposta di Francia, Italia, Germania e Spagna sulla web tax ha già ricevuto l'interesse di altri dieci Paesi. Lo ha riferito il ministro francese dell’Economia Bruno Le Maire, durante una seduta al Consiglio Economia e finanza (Ecofin) in merito alla questione.

“Dieci Stati hanno apprezzato la nostra proposta e hanno deciso di firmare il nostro documento”, ha affermato Le Maire, spiegando che l'UE deve “difendere i suoi interessi” e per questo auspica “una proposta finale della Commissione entro metà 2018”.

Il ministro olandese e presidente dell’Eurogruppo (il centro di coordinamento europeo che riunisce i ministri delle finanze dei 19 Stati che hanno adottato l'euro) Jeroen Dijsselbloem, riferendosi alla web tax “È un'iniziativa molto buona quella dei quattro Paesi, poiché l’economia digitale rende la tassazione molto difficile; a nessuno piacciono le tasse ma ci servono, quindi dobbiamo capire come metterci le mani”.

ATS/Reuters/EnCa

Condividi