Da giovedì i primi aiuti
Da giovedì i primi aiuti (Reuters)

"A Tonga come 500 bombe di Hiroshima"

È la stima di James Garvin, scienziato della NASA, secondo il quale si tratterebbe della maggiore eruzione degli ultimi decenni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L'eruzione del vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Ha'apai, che ha devastato l'arcipelago di Tonga è stata "500 volte più potente della bomba atomica sganciata su Hiroshima", pari a circa "10 megaton - 10 milioni di tonnellate - di equivalente in tritolo". È la stima di James Garvin, scienziato capo presso il Goddard Space Flight Center della NASA, che spiega che si è trattato della maggiore eruzione degli ultimi decenni, registrata fino in Alaska, a 9'000 chilometri di distanza.

Mercoledì è stata ripulita la pista principale dell'aeroporto internazionale, sepolta da 5-10 centimetri di cenere. Jonathan Veitch, incaricato di coordinare le operazioni delle Nazioni Unite, ha annunciato che la pista "è di nuovo operativa" e che i primi voli con gli aiuti, provenienti da Australia e Nuova Zelanda, potranno arrivare giovedì.

Isole di Tonga, almeno tre morti

Isole di Tonga, almeno tre morti

TG 20 di martedì 18.01.2022

 

I C-130 sono pronti a decollare, Canberra e Wellington hanno organizzato anche navi con attrezzature di soccorso, acqua potabile e un'unità di dissalazione in grado di fornire 70'000 litri al giorno. La Cina ha annunciato l'invio di beni di prima necessità.

A quattro giorni dall'eruzione del vulcano e del successivo tsunami, la situazione resta drammatica con le forniture di acqua potabile gravemente compromesse e le riserve alimentari che rischiano di non essere sufficienti. La totalità della popolazione, oltre 100'000 persone, è in uno stato di necessità

ATS/FD
Condividi