Scafisti identificati grazie alle testimonianze dei sopravvissuti
Scafisti identificati grazie alle testimonianze dei sopravvissuti (keystone)

Arresti per il naufragio

Cinque persone sospettate di essere ai comandi del barcone affondato nel Mediterraneo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La polizia italiana ha arrestato cinque persone, tre cittadini libici e due algerini, sospettati di essere i trafficanti di esseri umani ai comandi del peschereccio affondato mercoledì al largo della Libia, in un naufragio che si teme possa aver causato più di 200 morti.

I cinque sono stati identificati grazie alle testimonianze raccolte tra gli oltre 360 sopravvissuti, giunti giovedì al porto di Palermo.

Secondo quanto riferito dalle autorità italiane i migranti, nel corso del viaggio, sono stati maltrattati e picchiati.

ANSA/REUTERS/sf

Condividi