Il cancelliere austriaco Sebastian Kurz (keystone)

Austria in lockdown fino a Pasqua

Il cancelliere Sebastian Kurz non intende riaprire le attività della ristorazione e della cultura prima di inizio aprile

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Governo austriaco intende prolungare il lockdown nel Paese fino attorno a Pasqua. Continua quindi il blocco per i settori della ristorazione, del turismo e della cultura, anche se attualmente il Governo di Sebastian Kurz non aveva ancora previsto una data per la riapertura e il deconfinamento, che, con le decisioni di queste ultime ore, sembra quindi destinato a perdurare ancora fino verso la metà di aprile. Il cancelliere ha preso la decisione di procrastinare il blocco di determinate attività dopo le consultazioni con gli esperti, con i rappresentanti dei partiti rappresentati in Parlamento e con i governatori delle varie regioni che compongono il Paese.

Vienna promette di rifare il punto della situazione il prossimo 1° marzo ma dopo la riapertura delle scuole e di alcuni settori del commercio al dettaglio lo scorso 8 febbraio, non sembrano in vista nuovi ritorni alla normalità.

Sebastian Kurz ha tuttavia espresso la speranza che grazie ai test (attualmente in Austria ne vengono effettuati circa 200'000 al giorno e da inizio marzo le farmacie potranno distribuire i test “fai da te”) e alla campagna di vaccinazione, si riesca ad arginare la pandemia. Da parte sua Rudolf Anschober, ministro della salute ha sottolineato la preoccupazione dell’Esecutivo “per quanto riguarda lo sviluppo delle varianti visto che continuiamo ad osservare importanti aumenti. Per quanto riguarda la cosiddetta variante britannica, B 1.1.7, vediamo la concentrazione nell'Austria orientale, mentre pochissimi casi di quella definita sudafricana si registrano fuori dal Tirolo”. Tirolo che è sempre in lockdown duro con numerosi controlli alle frontiere.

ATS/ANSA/RG/Swing
Condividi