Tribunale di giustizia
Tribunale di giustizia (Pixabay)

Bergamin: cade la condanna

Sono trascorsi ormai trent'anni dalla sentenza italiana e quindi ora il reato è entrato in prescrizione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Luigi Bergamin, uno dei dieci ex militanti d'estrema sinistra italiana rifugiati in Francia da decenni e ricercati dai tribunali italiani per atti di terrorismo commessi negli anni '70 e '80, ha ottenuto l'annullamento della pena detentiva che doveva scontare.

La Corte d'Assise di Milano ha infatti dichiarato l'estinzione della pena di 16 anni 11 mesi e un giorno a causa del sopraggiungimento della prescrizione: "sono trascorsi non solo più di quarant'anni dai gravissimi fatti di reato per cui Bergamin è stato ritenuto responsabile, ma soprattutto più di trenta anni dall'irrevocabilità della pronuncia di condanna e l'8 aprile è ormai decorso il termine massimo previsto", scrive il tribunale.

La prescrizione è scattata anche per Maurizio Di Marzio dalla mezzanotte di lunedì. L'ex brigatista rosso, ancora introvabile, gestisce da anni un noto ristorante in centro a Parigi. 

ATS/FaDa
Condividi