L'ombra della pace
L'ombra della pace (Keystone)

Colombia, la pace aspetta

Scaduto senza accordo tra Governo e FARC il termine per far finire il conflitto in corso da 50 anni

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il 23 marzo doveva essere un giorno storico per la Colombia. Doveva essere. Il Governo di Bogota e i rappresentanti delle Forze Armate Rivoluzionarie Colombiane (le FARC, la più longeva organizzazione guerrigliera di stampo marxista-leninista esistente) si erano posti questo termine per arrivare a un accordo di pace. Ma cosi non è stato.

I negoziati sono ancora in corso e la pace dovrà attendere ancora. Un'attesa che per la popolazione dura da oltre 50 anni. Mezzo secolo di conflitto scatenato dalla repressione di un'esperienza di autorganizzazione agraria contadina nel 1964 che ha causato piu di 260'000 morti, tra questi anche molte donne, le principali vittime della guerriglia e adesso simbolo del futuro e della pace, si spera, imminente. Nel reportage video la testimonianza di alcune di loro: bambine, adolescenti, giovani, donne, moglie, madri e nonne.

Tra di loro la giornalista Jineth Bedoya sequestrata, torturata e violentata dai guerriglieri mentre realizzava un'inchiesta sul campo. Oggi partecipa ai in prima persona ai negoziati di pace, in rappresentanza delle vittime del conflitto: i 260'000 morti, dei feriti, delle 13'600 donne stuprate e di tutti coloro che hanno perso i loro beni e loro cari nel conflitto. Dura da tanto che, confida, la pace in Colombia non si riesce neanche ad immaginarla.

Diem/TG

Dal TG20

 
Condividi