Stefano Cucchi in una foto d'archivio
Stefano Cucchi in una foto d'archivio (ansa)

Cucchi, 12 anni a due carabinieri

Sono stati condannati per il pestaggio che causò la morte del giovane dieci anni fa a Roma

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Due carabinieri sono stati condannati a 12 anni di carcere per omicidio preterintenzionale nel processo per la morte del geometra Stefano Cucchi. L'imputato-teste, anche lui carabiniere, è stato invece condannato a due anni e sei mesi per falso ed è stato assolto dall'accusa di omicidio preterintenzionale.

I fatti, ricordiamo, risalgono al 2009. Il 31enne romano venne arrestato perché trovato in possesso di droga. Morì una settimana dopo a causa di “un violento pestaggio” subito durante la detenzione.

 

Un'assoluzione e quattro prescrizioni è invece quanto deciso dai giudici della Corte d'Assise di Appello di Roma per cinque medici dell'ospedale Sandro Pertini coinvolti nella vicenda. Assolto anche un sesto medico.

Un maresciallo, ex comandante della stazione di polizia in cui si svolsero i fatti, è stato infine condannato a tre anni 8 mesi per il falso mentre è stato assolto dalla calunnia dopo che il reato è stato riqualificato in falsa testimonianza. Anche un secondo carabiniere è stato assolto dall'accusa di calunnia.

Condividi