La regina al ricevimento di sabato (Keystone)

Elisabetta, una regina da record

La sovrana del Regno Unito è la prima a raggiungere il primato di ben 70 anni sul trono di San Giacomo - Camilla sia regina e non solo principessa

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La regina Elisabetta ha tenuto sabato un piccolo ricevimento nella residenza di Sandringham alla vigilia del giorno del giubileo di platino per i 70 anni sul trono che ricorre oggi, domenica. La sovrana, che non appariva in pubblico dallo scorso ottobre, quando fu ricoverata in ospedale per accertamenti dopo un festa nel Castello di Windsor, festeggia la ricorrenza nell'intimità, senza appuntamenti ufficiali. Eventi pubblici sono previsti in giugno.

 

Per Elisabetta è un giorno di gioia e di dolore, poiché rammenta anche l’anniversario della morte prematura del padre Giorgio VI, avvenuta nel 1952 proprio nella residenza di Sandringham, dove da allora la regina trascorre tradizionalmente questo giorno dell'anno. L’allora principessa, quando ricevette la notizia che le cambiò la vita, aveva appena 25 anni e si trovava in visita ufficiale in Kenya. Alla sofferenza di questo ricordo si somma quest'anno anche il vuoto lasciato dal consorte Filippo, scomparso lo scorso aprile 2021.

 

La regina, che festeggerà i 96 anni ad aprile, è arrivata nella residenza del Norfolk dopo essere stata a lungo nel castello di Windsor per un periodo di riposo durato alcuni mesi, in cui ha svolto solo impegni ufficiali leggeri ed episodici, a domicilio, dando forfait a tutta una serie di appuntamenti esterni. Questo le ha permesso di arrivare nella forma migliore alle celebrazioni del Giubileo che prevedono una fitta lista di eventi.

Il traguardo dei 70 anni di regno la fa entrare in un club ristrettissimo di sovrani particolarmente longevi,  formato da Luigi XIV di Francia, dal re thailandese Bhumibol Adulyadej e da Giovanni II del Liechtenstein. Il record - del primo - è di 72 anni e 110 giorni.

Camilla potrà essere regina

La regina Elisabetta II, in un messaggio alla nazione, ha auspicato che quando il figlio Carlo diventerà re, sua moglie Camilla possa assumere il titolo di regina consorte. La sovrana ha espresso un "augurio sincero" che "Camilla possa essere conosciuta come regina consorte". Finora si riteneva che Camilla, che ha sposato Carlo dopo il divorzio, non sarebbe stata riconosciuta come regina consorte. Carlo e Camilla, rispettivamente Principe del Galles e Duchessa di Cornovaglia, si sono sposati nel 2005. A quel tempo era stato annunciato che, una volta che Carlo fosse diventato re, Camilla avrebbe assunto il titolo di Sua altezza la principessa consorte, e non quello appunto di regina consorte. Una scelta vista come una soluzione di ripiego perché a quel tempo Camilla era ritenuta poco popolare a causa della sua lunga relazione con Carlo al tempo in cui il principe ereditario era sposato con la principessa di Galles Diana.

ATS/ANSA/AFP/FaDa/Swing
Condividi