La Germania soffre ancora una dipendenza dalle centrali a carbone (Reuters)

Germania aumenta costi CO2

Il Parlamento ha approvato il pacchetto-clima: incentivi per i biglietti del treno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Parlamento tedesco ha approvato il pacchetto clima, che prevede, tra l'altro, l'aumento del prezzo del CO2 da 10 a 25 euro a tonnellata, a partire dal 2021. Un impegno della coalizione della cancelliera Angela Merkel per accelerare la riduzione delle emissioni inquinanti nell'ambito di trasporti, abitazioni e agricoltura. La legge comporterà una riduzione immediata delle tasse sui biglietti dei treni a lunga percorrenza, incentivi fiscale per l'isolamento degli edifici e sussidi per i veicoli elettrici. Negoziato per mesi e criticato dai sostenitori dell'ambiente e dalle lobby dell'industria, il disegno di legge è stato approvato alla fine della mattinata.

Industria automobilistica e carbone

In concreto, l'obiettivo è quello di ridurre le emissioni di gas serra della Germania del 55% entro il 2030 rispetto al livello del 1990, un compito colossale per un Paese che da anni ha la certezza di non raggiungere gli obiettivi fissati per il 2020.

Nonostante la sua immagine "verde" all'estero, l'economia leader in Europa soffre, in particolare, per la sua dipendenza dalle centrali a carbone, ma anche per il suo appetito per le vetture di grossa cilindrata, incoraggiato dalla sua potente industria automobilistica.

54 miliardi entro il 2023

Nei prossimi anni si aggiungeranno altre misure. In totale, il Governo promette di spendere 54 miliardi di euro entro il 2023 e di accelerare gli investimenti entro il 2030 per il rinnovamento della rete ferroviaria.

"Troppo poco e troppo tardi"

"Questo è troppo poco, troppo lento, troppo tardi", hanno dichiarato i ricercatori di "Scientists for Future", dicendo in particolare che il prezzo della CO2 rimane "troppo basso" per incoraggiare le famiglie e l'industria a cambiare il loro comportamento.

La paura dei "gilet gialli" paralizza i tedeschi

Fin dall'inizio, la questione è stata tra le più dibattute: la maggior parte degli esperti ha sostenuto una "carbon tax", ma i partiti l'hanno abbandonata, temendo l'impopolarità di tale tassa e la possibile comparsa di "gilet gialli" anche in Germania.

L'UE discute di clima

L'UE discute di clima

TG 20 di giovedì 12.12.2019

 
ATS/M. Ang.
Condividi