Le forze democratiche siriane in un'immagine d'archivio (keystone)

IS, "l'ultima battaglia"

Le forze democratiche siriane sostenute dagli USA hanno lanciato l'offensiva all'ultima roccaforte nella Siria orientale

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le forze democratiche siriane (SDF) sostenute dagli Stati Uniti hanno dato inizio sabato alla battaglia finale contro l'autoproclamato Stato islamico (IS) nella parte orientale del paese. L'obiettivo è sconfiggere l'ultima roccaforte del gruppo jihadista all'interno dell'area di intervento della coalizione.

Si tratta di un'enclave vicina al confine con l'Iraq. L'IS tuttavia è ancora presente in una parte di territorio che attualmente si trova per lo più sotto il controllo delle forze governative sostenute da Russia e Iran.

 

L'ufficiale delle SDF, Mustafa Bali, ha descritto l'assalto come "l'ultima battaglia" e ha annunciato che l'enclave - dove secondo le testimonianze delle persone fuggite dalla zona ci sarebbero tra 500 e 600 terroristi - verrà "presto liberata". Virca 20'000 civili, intanto, sono stati sfollati in vista delle operazioni militari.

L'Osservatorio siriano per i diritti dell'uomo (OSDH) riferisce di intensi combattimenti che si stanno svolgendo domenica mattina, con bombardamenti aerei e d'artiglieria ad opera della coalizione anti-IS.

 

Reuters/AFP/eb
Condividi