Soldati del Mali (keystone)

Il Mali si affida ai mercenari russi

Lo rivela Mosca, negando coinvolgimenti. Parigi: "Accordo incompatibile con il mantenimento della presenza francese nel Paese africano"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Governo del Mali ha chiesto l'aiuto della società di sicurezza privata russa Wagner nella lotta contro il terrorismo. Lo ha annunciato sabato il ministero della difesa russo. Il capo della diplomazia di Mosca, Sergiei Lavrov, ha detto che il Governo russo non è coinvolto in questo accordo e non ha nessun legame con la società Wagner.

"Le autorità del Mali si sono rivolte a una società militare privata russa perché, se ho capito bene, la Francia vuole ridurre drasticamente il suo contingente che doveva combattere il terrorismo nel nord", ha detto il capo della diplomazia russa. "Ma loro (i francesi) non hanno fatto nulla e sono i terroristi che dirigono le danze", ha detto Lavrov a margine dell'Assemblea Generale dell'ONU.

Una settimana fa il ministro della difesa francese Florence Parly aveva cercato di dissuadere l'esecutivo maliano dall'invocare l'aiuto dei mercenari russi, avvertendo che un tale accordo sarebbe incompatibile con il mantenimento del presenza francese in Mali.

Reuters/M. Ang.
Condividi