Un prodotto agricolo su quattro in Italia viene raccolto da mani straniere (ansa)

In Italia permessi per 82'000 extracomunitari

Il "click day" consente di fare richiesta di manodopera legale, ma il contingente a disposizione non basta all'economia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In Italia oggi, lunedì, scatta il cosiddetto "click day", che consente a imprenditori bisognosi di manodopera estera di fare richiesta attraverso un apposito portale governativo. Sono 82'705 gli ingressi regolari concessi: 13'000 in più rispetto a quanto concesso dal precedente Governo nel 2022, ma ancora insufficienti secondo l’economia.

In oltre la metà dei casi, circa 44'000, si tratta di permessi stagionali di lavoro stagionali che andranno a rinforzare le attività agricole e il turismo. Alla Coldiretti non bastano: nelle campagne (le richieste maggiori dovrebbero arrivare dal Trentino per le mele, dal Veneto per gli ortaggi le fragole e dalla Campania per i pomodori) ne servirebbero almeno 100'000. "In Italia un prodotto agricolo su quattro viene raccolto da mani straniere, 358'000 lavoratori provenienti da 164 Paesi" africani, dell'Europa dell'Est e asiatici (India, Pakistan) in particolare, come si fa notare.

Se si considerano anche gli altri settori, il fabbisogno stimato sale a 200'000 persone. Queste osservazioni potrebbero spingere il Governo ad aumentare i numeri durante la discussione del nuovo decreto flussi, quello varato durante il Consiglio dei ministri straordinario di Cutro, che disciplina gli arrivi regolari fino al 2025 e che intende privilegiare quei Paesi che contrastano le partenze illegali, nonché quei lavoratori che si formano attraverso i corsi offerti dalle ambasciate italiane.

RG/ANSA/pon
Condividi