Oggi nella regione solo 50 nuovi casi
Oggi nella regione solo 50 nuovi casi (keystone)

La Lombardia tenta la ripartenza

L’evoluzione dei contagi da nuovo coronavirus è incoraggiante in vista della riaperture del 3 giugno

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Milano e la Lombardia provano a ripartire dopo l'emergenza coronavirus. Tuttavia, nonostante i segnali positivi derivanti dall'evoluzione dei contagi, la ripresa sarà lenta ed effettuata con cautela.

Alcuni dati positivi fanno tirare qualche respiro di sollievo nella regione e rassicurano in vista della riapertura dal prossimo 3 giugno della circolazione con le altre regioni d'Italia: a partire da quello dei contagi in netto calo oggi, anche se con solo 3’572 tamponi processati. Sono stati 50 i nuovi casi di Coronavirus registrati, di questi 18 a Milano (8 a Milano città) e nessuno a Lodi e Mantova, con ricoveri in calo e 19 decessi.

Verso un aumento dei pendolari

I trasporti si stanno nel frattempo preparando all'aumento di pendolari e viaggiatori, anche se è ancora presto per attraversare il confine con la Svizzera. Trenitalia ha aumentato le corse, anche dei Frecciarossa. Trenord, che gestisce il trasporto ferroviario regionale in Lombardia, tornerà ad offrire gli stessi posti di prima dell'emergenza Coronavirus, almeno sulle linee di maggior afflusso, pur garantendo il distanziamento, attraverso un maggior numero di vagoni.

Italia-Svizzera, cosa cambia?

Italia-Svizzera, cosa cambia?

TG 20 di sabato 30.05.2020

 

Il presidente Mattarella nell'ex zona rossa

Domani il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà a Codogno per incontrare il governatore Attilio Fontana e i dieci sindaci della zona rossa del Lodigiano, la prima ad essere stata duramente colpita dal nuovo coronavirus, e poi per posare una corona di fiori in ricordo delle vittime del Covid-19 sulla targa che ha fatto apporre lui stesso al cimitero. Un gesto simbolico che in qualche modo segna la fine dell'emergenza, almeno della fase più acuta.

 
ATS/ludoC
Condividi