Un militare liberiano ha adottato misure di protezione al funerale di alcune vittime
Un militare liberiano ha adottato misure di protezione al funerale di alcune vittime (keystone)

L'ebola ha ucciso 887 volte

L'epidemia dilaga, Sierra Leone e Liberia schierano l'esercito; un caso sospetto a New York

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La peggiore epidemia di ebola che si ricordi ha già causato 887 morti, mentre le persone contagiate sono 1'603, secondo i dati aggiornati al 1° agosto resi noti lunedì dall'Organizzazione mondiale della sanità.

I dati relativi al 2014 sono aggiornati al 4 agosto
I dati relativi al 2014 sono aggiornati al 4 agosto

L'ultimo paese a segnalare un caso sospetto sono gli Stati Uniti, dove è stato ricoverato un uomo che, al rientro dall'Africa occidentale, presenta sintomi compatibili con quelli della malattia. Per una conferma ci vorranno uno o due giorni. I più colpiti sono la Guinea, 358 decessi, da dove l'epidemia è partita, e la Sierra Leone (273), che come la Liberia ha deciso di chiudere le scuole e mobilitare l'esercito per contenere la propagazione del virus. Le comunità infettate sono state messe in quarantena.

Mettere un freno alla malattia diventa sempre più difficile: diverse cliniche di Monrovia rifiutano i pazienti. Anche i medici temono il contagio, quelli morti sono una sessantina dall'inizio dell'epidemia. Superate dagli eventi, le organizzazioni umanitarie sono in difficoltà e diversi dipendenti stranieri sono partiti dopo che si sono ammalati due statunitensi.

pon/Reuters

Condividi