Malmö, un faro per la sostenibilità (emaeducation2019.se)

Malmö, la scommessa sostenibile

Reportage dalla città svedese che si è imposta come modello di sviluppo grazie all’attenzione per l’ambiente

Malmö si è ormai guadagnata una fama mondiale come città all'avanguardia per il rispetto dell'ambiente e l'adattamento al cambiamento climatico. Questo perché a partire dalla metà degli anni Novanta, a fronte di una pesante crisi postindustriale, la terza città svedese ha fatto della sostenibilità il cardine della sua rinascita.

Il riflesso degli stabilimenti dismessi nelle nuove imprese del Western Harbour
Il riflesso degli stabilimenti dismessi nelle nuove imprese del Western Harbour (RSI/aost)

Negli anni Ottanta, con la chiusura delle grandi fabbriche del tessile e dei cantieri navali, Malmö si era ingrigita. La disoccupazione era molto alta e l'intera area urbana si stava spopolando. Le autorità hanno quindi puntato tutto sullo sviluppo sostenibile: una visione strategica che oggi dà i suoi frutti. Ripensare le priorità politiche e l'urbanismo ha portato a ridefinire lo stile di vita della città, che ha perfino anticipato sfide poste dal riscaldamento climatico, come l'intensificazione delle piogge e l'innalzamento dei mari, trasformandole in occasioni per ripensarsi in profondità e innovare.

RG 12.30 del 09.12.19: Lo stratega ambientale della città Per-Arne Nilsson: "Malmö come esempio per tante altre città"
RG 12.30 del 09.12.19: Lo stratega ambientale della città Per-Arne Nilsson: "Malmö come esempio per tante altre città"
 

Artefici del cambiamento sono stati in primo luogo gli enti pubblici. La città ha un Dipartimento dell'ambiente in cui lavorano strateghi, come Per-Arne Nilsson, che da più di trent'anni pensano allo sviluppo sostenibile di tutti gli aspetti della vita urbana.

RG 18.30 del 09.12.19: la trasformazione di Western Harbour, da cantiere navale dismesso a quartiere innovativo, illustrata da Trevor Graham
RG 18.30 del 09.12.19: la trasformazione di Western Harbour, da cantiere navale dismesso a quartiere innovativo, illustrata da Trevor Graham
 

Definito l'indirizzo generale, il rinnovo di Malmö è cominciato con progetti-pilota, e l'esperienza fatta nei quartieri viene studiata, corretta, e quindi estesa, come avvenuto col Västra Hamnen (il Porto Orientale) che, da area industriale dismessa è diventato un polo dinamico di sviluppo.

Dov'erano i magazzini del Porto, ci sono imprese innovative
Dov'erano i magazzini del Porto, ci sono imprese innovative (RSI/aost)

Attorno al Turning Torso, il grattacielo a vite, disegnato dall'architetto Calatrava, ci sono uffici, sedi di imprese, villette, cortili, giardini e vicoli a misura d'uomo e non di auto.

Tanja Mason, l'ingegnera dei tetti verdi: lo strato per la vegetazione è fatto di frammenti di mattoni e materiali plastici di recupero
Tanja Mason, l'ingegnera dei tetti verdi: lo strato per la vegetazione è fatto di frammenti di mattoni e materiali plastici di recupero (RSI/aost)

 

Gli stabili sono stati realizzati con materiali prodotti localmente e in modo equo. Sorprendentemente, in un tessuto urbano all'insegna della funzionalità e dell'efficienza energetica, in cui l'elettricità è prodotta con i pannelli solari e da un parco eolico in mezzo al mare, mentre per calore e il raffrescamento si ricorre alle termopompe, si respira un'atmosfera d'altri tempi, senza quasi il rumore del traffico.

Una città verde-blu
Una città verde-blu (RSI/aost)

Nel quartiere di Augustenborg le case popolari sono immerse nel verde dei giardini e dei viali alberati, ma anche i tetti e le facciate sono rivestiti di vegetazione. L'acqua, un tempo foriera di danni, quando la pioggia allagava i pianterreni, oggi invece fa crescere piante, erbe e fiori.

RG 18.30 del 10.12.19: come il quartiere di Augustenborg ha risolto il problema delle inondazioni
RG 18.30 del 10.12.19: come il quartiere di Augustenborg ha risolto il problema delle inondazioni
 

Superfici verdi e permeabili, che contribuiscono a ridurre il caldo cittadino e arricchiscono la biodiversità urbana. Ma non solo: una gestione intelligente dell’acqua piovana, che alimenta canali e specchi d’acqua, ha reso più vivibile l’abitato.

 

 

In caso di nubifragi, alcuni parchi urbani, come nei quartieri di Söderkulla e Fosietorp, sono stati rimodellati in modo da trasformarsi in capienti "serbatoi".

RG 12.30 del 10.12.19: come trasformare i parchi in serbatoi d'acqua evitando gli allagamenti. Le spiegazioni del capo progetto di adattamento al cambiamento climatico di Malmö Ann Häger
RG 12.30 del 10.12.19: come trasformare i parchi in serbatoi d'acqua evitando gli allagamenti. Le spiegazioni del capo progetto di adattamento al cambiamento climatico di Malmö Ann Häger
 

Nell’evoluzione sostenibile di Malmö gli enti pubblici sono alleati dei privati, a cui offrono servizi gratuiti di consulenza e orientamento, su come adattare i loro immobili. Il tutto in una città che ha scelto la via della sostenibilità, evitando così di dover semplicemente subire il cambiamento climatico.

Andrea Ostinelli
Condividi