Ricerche fra le macerie di una casa colpita a Gaza (keystone)

Non cessano gli attacchi

Bombardamenti israeliani anche nella notte, uccisi altri 40 palestinesi, colpita la casa di un leader di Hamas - Ancora lanci di razzi da Gaza

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

È stata ancora una nottata di combattimenti fra Hamas e Israele, che ha fra l'altro colpito l'abitazione del capo dell'ufficio politico del movimento islamico nella Striscia di Gaza, Yahya Sinwar. Non è noto se si trovasse all'interno e quale sia la sua sorte.

L'aviazione ha detto di aver colpito un centinaio di obiettivi militari, ma causando almeno 40 vittime civili (compresi 8 bambini) secondo il Ministero della sanità di Gaza. È il bilancio giornaliero più pesante in una settimana di ostilità. In mattinata sono ripresi anche i lanci di razzi nella direzione opposta, dalla Striscia verso le città del sud di Israele.

Mentre l'inviato statunitense Hady Amr deve incontrare in giornata i dirigenti delle due parti, il segretario generale dell'ONU Antonio Guterres si è detto costernato per il "numero crescente di vittime civili" e "profondamente turbato" dall'attacco israeliano che sabato ha demolito l'edificio in cui avevano sede le redazioni di diversi media, come al Jazeera e l'agenzia di stampa Associated Press.

Dall'inizio del conflitto, lunedì scorso, da Gaza sono stati lanciati verso Israele 2'900 razzi, ma 450 di essi si sono rivelati difettosi e sono caduti all'interno della Striscia. Le batterie del sistema difensivo Iron Dome ne hanno intercettati 1'150. Si contano 10 morti e 540 feriti. Sul fronte opposto - stando a un bilancio aggiornato nel pomeriggio -  finora sono stati uccisi 192 palestinesi, di cui 34 donne e 58 bambini, e 1'235 sono rimasti feriti. La fine delle operazioni non sembra imminente: "Colpiremo fino a quando sarà necessario", ha avvertito nella tarda serata di sabato il premier dello Stato ebraico Benjamin Netanyahu.

 
Gaza, almeno 26 morti

Gaza, almeno 26 morti

TG di domenica 16.05.2021

 
 
ATS/ANSA/pon
Condividi