(Un turista scatta una foto con le sagome di Donald Trump e Xi Jinping)

Nuovo braccio di ferro Cina-USA

Pechino potrebbe far saltare il tavolo dei negoziati sul commercio, dopo l'annuncio di dazi aggiuntivi da parte di Trump

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Pechino minaccia di annullare le discussioni commerciali con gli Stati Uniti previste per questa settimana a Washington, dopo che Donald Trump ha annunciato di voler aumentare i dazi su 200 miliardi di dollari di prodotti "made in China".

 

Secondo quanto ha comunicato il presidente degli USA, infatti, a partire da venerdì prossimo, la tassazione su determinati prodotti cinesi sarà portata dal 10 al 25%, e presto altri 350 miliardi di dollari di beni saranno sottoposti a misure analoghe.

La risposta di Pechino non si è fatta attendere. Attualmente è "molto improbabile" che il vicepremier cinese Liu He possa essere negli Stati Uniti mercoledì per un nuovo round negoziale sul commercio, riporta la testata cinese Global Times.

I piani originari vedrebbero Liu a capo di una delegazione di 100 persone per quelle che erano considerate le battute finali del negoziato in vista dell'accordo che i presidenti Trump e Xi Jinping dovrebbero firmare solennemente.

Cina USA, ancora polemiche sui dazi

Cina USA, ancora polemiche sui dazi

TG 12:30 di lunedì 06.05.2019

La guerra dei dazi continua

La guerra dei dazi continua

TG 20 di lunedì 06.05.2019

 
AFP/ANSA/eb
Condividi