Joao Vaccari è accusato di riciclaggio di denaro e di aver accettato
Joao Vaccari è accusato di riciclaggio di denaro e di aver accettato "mazzette" (keystone)

Petrobras, scattano le manette

Messo in detenzione Joao Vaccari, il tesoriere del Partito del lavoratori della presidente Dilma Rousseff

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La polizia brasiliana ha messo in detenzione mercoledì Joao Vaccari, il tesoriere del Partito del lavoratori, la formazione politica della presidente Dilma Rousseff, nell’ambito delle indagini per corruzione in seno alla compagnia petrolifera nazionale Petrobras.

È accusato di riciclaggio di denaro e di aver accettato delle mazzette, imputazioni che però lui nega. Sono in tutto 47 i responsabili del partito sotto la lente della giustizia. Anche se il nome della Rousseff non figura fra questi, lo scandalo potrebbe avere delle pesanti conseguenze sulla presidenza se si dimostrasse che le campagne elettorali del 2010 e 2014 sono state finanziate tramite un vasto sistema di corruzione.

Durante una conferenza stampa, la polizia ha precisato aver raccolto dichiarazioni dalla moglie di Vaccari. Gli inquirenti cercano ora tracce di depositi sospetti sui conti della famiglia.

reuters/ZZ

Condividi