Il luogo della sparatoria (keystone)

Spari a Halle, almeno due morti

I colpi, secondo fonti di stampa, sono stati esplosi davanti a una sinagoga della città nell'est della Germania. Una persona è stata arrestata

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Una sparatoria ha causato almeno due morti mercoledì a Halle, nell’est della Germania. Una persona è stata fermata, ha comunicato la polizia, chiedendo tuttavia alla popolazione di restare vigile, in quanto altre persone implicate sarebbero scappate a bordo di un'automobile.

I proiettili, riferisce il sito del quotidiano Bild, sono stati esplosi di fronte a una sinagoga, nel quartiere Paulus; sempre secondo il quotidiano sarebbe anche stata lanciata una bomba a mano in direzione del cimitero ebraico. Informazioni queste che non sono tuttavia state confermate dalle autorità.

L'aggressore di Halle era vestito di "verde", "da militare" con un "elmetto", portava una "maschera" e ha sparato contro un negozio con un "mitra": lo ha riferito un testimone all'emittente tedesca di notizie N-Tv.

A causa della sparatoria, la stazione centrale è stata chiusa, hanno comunicato le Ferrovie tedesche via Twitter.

Una sparatoria si è verificata anche a Landsberg, a circa 15 chilometri da Halle, riferisce l'agenzia tedesca Dpa, aggiungendo però che le autorità non hanno voluto fornire informazioni.

Reuters/ATS/ludoC
Condividi