La norma votata a Pechino vorrebbe consentire una limitazione delle proteste (Keystone)

Stretta cinese su Hong Kong

Il Congresso nazionale del popolo approva a Pechino la legge sulla sicurezza nazionale dell'ex colonia britannica ma le proteste non si placano

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il Congresso nazionale del popolo, il ramo legislativo del Parlamento cinese, ha dato il via libera all'adozione della legge sulla sicurezza nazionale di Hong Kong. Nelle ultime votazioni della sessione finale, giovedì, l'assemblea ha approvato pure il primo Codice civile della Repubblica popolare.

L'Assemblea nazionale del popolo ha convalidato con una maggioranza schiacciante di 2'878 voti a favore, uno contrario e sei astensioni la decisione di istruire il suo comitato permanente affinché si impegni a redigere questa legge, destinata a combattere le attività definite secessioniste, sovversive e terroristiche e contro le interferenze straniere a Hong Kong.

Tale voto ha avuto come primo risultato l'aver dato nuova linfa al movimento di protesta nel territorio semi-autonomo che fu colonia britannica fino al 1997.

ATS/AFP/EnCa
Condividi