L'impatto del terrorismo cresce con i colori più scuri
L'impatto del terrorismo cresce con i colori più scuri (IEP - GTI)

Terrorismo, minaccia globale

GTI: "29'376 morti nel 2015". Lo Stato Islamico in ritirata si vendica con azioni nei paesi sviluppati

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un numero impressionante: sono 29,376 le morti causate dal terrorismo nel corso del 2015. Lo rileva il Global Terrorism Index (GTI), pubblicato dall' Institute for Economics and Peace.

L'indice, che classifica e confronta 130 paesi secondo l'impatto del terrorismo, se da un lato (grazie agli interventi militari contro l'autoproclamato Stato Islamico (IS) in Iraq e contro Boko Haram in Nigeria) registra un 10% di morti in meno rispetto al 2014 (quando furono 32.685), dall'altro rileva che il 2015 è il secondo anno più "letale" di sempre e che i gruppi terroristici hanno rivolto le loro azioni sia contro i paesi limitrofi sia contro paesi sviluppati, come gli Stati Uniti e le Nazioni europee.

 

Iraq, Afghanistan, Nigeria, Pakistan e Siria, che contano il 72% dei morti, sono ai primi cinque posti della classifica dei paesi più colpiti. La Francia si trova al 29esimo posto, la Russia al 30esimo, il Regno Unito al 34esimo, gli Stati Uniti al 36esimo, l'Italia al 69esimo, la Svizzera in posizione 108.

Reuters/Ats/M.Ang.

Guarda il servizio del TG relativo alle cifre del 2013

Dal TG20

Condividi