Le festa del lavoro nel mondo

TG di sabato 01.05.2021

Tra cortei, arresti e concerti

Oltre 150'000 manifestanti in Francia per il Primo maggio - A Istanbul centinaia di arresti - Al via a Roma il tradizionale "concertone"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Manifestazioni del primo maggio si sono tenute nelle principali città europee, da Madrid a Londra, con dei cortei in formato ridotto e non sempre rispettando il distanziamento sociale.

Tradizionale "concertone" a Roma

La tradizionale manifestazione, promossa dai sindacati Cgil, Cisl e Uil, è cominciata alle 16.30 in una Piazza San Giovanni desolata e grigia a causa delle restrizioni. Niente folla ma solo qualche presenza sulle gradinate e un ritorno al "live", con tutte le limitazioni del caso, dopo che l'anno scorso la manifestazione era stata costruita solo come programma tv. Ambra è alla guida dell'evento per il quarto anno consecutivo. Tra gli artisti attesi stasera citiamo Fedez, Antonello Venditti, Gianna Nannini e Noel Gallagher.

In Francia 150'000 manifestanti

Alle 18.00 la Confédération Générale du Travail, la principale sigla sindacale in Francia, contava 150.000 partecipanti ai raduni in tutto il Paese, 25'000 solo a Parigi dove si sono registrate anche tensioni e almeno 34 fermi. Le provocazioni di alcuni facinorosi fin dall'inizio della manifestazione, nel primo pomeriggio, hanno portato all'uso di lacrimogeni da parte delle forze dell'ordine. Il corteo è rimasto poi bloccato per due ore. Si segnalano inoltre alcune vetrine in frantumi lungo il tragitto della manifestazione e l'utilizzo di cannoni ad acqua per disperdere la folla nella zona di Place de la Nation.

Scattano le manette in Turchia

A Istanbul sono scattate invece le manette per almeno 200 dimostranti arrestati dopo che le autorità avevano vietato le tradizionali manifestazioni a causa della pandemia concedendo solo a poche organizzazioni sindacali di radunarsi in piazza Taksim.

 

TG/Bleff
Condividi