(keystone)

Un nuovo scudo per Chernobyl

La struttura è stata realizzata per impedire fughe radioattive per i prossimi 100 anni e sostituisce il vecchio "sarcofago"

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il nuovo scudo protettivo che copre il reattore numero 4 dell’ex centrale atomica di Chernobyl, la cui esplosione nel 1986 ha causato il più grande disastro nucleare civile della storia, è stato inaugurato e messo in esercizio dalle autorità ucraine.

La struttura si chiama New Safe Confinement, è in acciaio, è alta 110 metri, lunga 165 e larga 257, e pesa ben 36'200 tonnellate. Il progetto è costato 1,5 miliardi di euro ed è stato finanziato con un fondo speciale lanciato dalla Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo e sponsorizzato da 45 Paesi. Il New Safe Confinement dovrebbe limitare le fughe radioattive per 100 anni.

Il nuovo "scudo" è stato costruito in due parti, che sono poi state congiunte nel 2015 ed è al suo posto già dal 2016. Al suo interno ha una gru per rimuovere la vecchia e insufficiente struttura protettiva precedente, il cosiddetto "sarcofago" costruito in fretta e furia dopo il disastro, e i resti del reattore numero 4.

ATS/ANSA/Swing

Condividi