Elettori in fila davanti a un seggio a Rio de Janeiro
Elettori in fila davanti a un seggio a Rio de Janeiro (Keystone)

Urne chiuse in Brasile, al via lo spoglio dei voti

Stando ai primissimi elementi emersi il presidente uscente Bolsonaro sarebbe in vantaggio, ma non si può ancora definirla una tendenza

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Seggi chiusi e votazioni concluse, in Brasile, dove domenica si è svolto il primo turno delle elezioni presidenziali. Alle 17 in punto locali (le 22 in Svizzera) sono terminate le operazioni in tutto il Paese.

Secondo i primi dati trasmessi dal Tribunale superiore elettorale il presidente uscente Jair Bolsonaro sarebbe in vantaggio con il 48% delle preferenze mentre Lula Da Silva sarebbe al 41%. Sono dati che vanno però presi con le pinzette perché si tratta di voti reali – in Brasile non sono permessi gli exit poll – e rappresentano lo 0,75% del totale dei suffragi espressi. Non è quindi ancora possibile parlare di una tendenza.

Urne chiuse in Brasile
Urne chiuse in Brasile (Keystone)

Il presidente uscente del Brasile, Jair Bolsonaro, sta attendendo il risultato del primo turno delle elezioni al Palacio da Alvorada, sua residenza ufficiale a Brasilia, dove è staa estesa la recinzione attorno all'edificio per ospitare i suoi sostenitori: lo apprende l'ANSA.

L'ex presidente Luiz Inacio Lula da Silva si trova invece in un hotel di San Paolo. I suoi supporter hanno già prenotato Avenida Paulista, l'arteria centrale della megalopoli, pronti a fare festa in caso di vittoria.

 
Condividi