Vista la situazione Volkswagen non fa previsioni sulle vendite delle sue auto, come la T-Roc
Vista la situazione Volkswagen non fa previsioni sulle vendite delle sue auto, come la T-Roc (VW Media Library)

Volkswagen teme la guerra in Ucraina

Il colosso motoristico tedesco non fa previsioni in ottica futura a seguito dell'aggressione russa - Ancora problemi per la carenza di microchip

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Il colosso automobilistico tedesco Volkswagen non è in grado di "fare previsioni certe" sugli effetti della guerra in Ucraina, causata dall'aggressione russa in atto dal 24 febbraio, in virtù del rischio che "ulteriori sviluppi possano avere effetti negativi sull'attività del gruppo".

Lo si legge in una nota in cui la società di Wolfsburg sottolinea i problemi legati ai colli di bottiglia delle forniture e all'imprevedibilità del mercato delle materie prime. In più, secondo Volkswagen, pesa il possibile effetto negativo dovuto a un peggioramento della pandemia da Covid-19 e alla crisi dei semiconduttori.

Volkswagen ha chiuso il primo trimestre con un margine operativo lordo preliminare di 8,5 miliardi di euro. Lo si legge in una nota in cui si indica che "la guerra in corso in Ucraina sta avendo un forte impatto sui tassi di cambio e sui prezzi delle materie prime, con i primi effetti visibili sul fronte delle forniture".

ATS/EnCa
Condividi