Attentati e attacchi nella parte nord della penisola si susseguono invece da mesi
Attentati e attacchi nella parte nord della penisola si susseguono invece da mesi (KEYSTONE)

Egitto, attentato nel sud del Sinai

È il primo ai danni di installazioni di sicurezza nella parte meridionale della penisola; soldati uccisi anche nel delta del Nilo; sale il bilancio dei morti negli scontri al Cairo

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un'autobomba è esplosa lunedì nella sede della sicurezza centrale di el Tor, città del Sinai del sud e capoluogo del governatorato meridionale della penisola, provocando due morti e 25 feriti fra i poliziotti. Si tratta del primo attentato contro installazioni delle forze dell'ordine nel versante meridionale della penisola, la cui parte settentrionale è invece teatro di scontri è attacchi che si susseguono da mesi.

Nel delta del Nilo, a Sharkiya, sono anche stati uccisi cinque soldati a colpi di arma da fuoco sparati da sconosciuti. Il bilancio delle manifestazioni di domenica al Cairo e in altre località è peraltro salito a 53 vittime.

All'alba di lunedì una installazione di telecomunicazioni al Cairo, nel quartiere chic di Maadi al Cairo, è stato inoltre colpita da razzi. L'attacco ha causato danni limitati che non hanno avuto effetti sulle comunicazioni internazionali.

ANSA/Reuters/ATS/LudoC.


Condividi