I consiglieri federali Alain Berset e Karin Keller-Sutter
I consiglieri federali Alain Berset e Karin Keller-Sutter (keystone)

"È il segnale che la nostra democrazia funziona"

Il Consiglio federale commenta il risultato delle votazione – Legge Covid, appello all’unità dopo il “sì” scaturito dalle urne

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Il popolo ha detto sì alla legge per la seconda volta in pochi mesi. La Svizzera è probabilmente l’unico paese al mondo nel quale la popolazione ha potuto esprimersi sulla gestione dell’epidemia: è un chiaro segnale che la nostra democrazia funziona”. Sono le parole del consigliere federale Alain Berst, capo del Dipartimento federale dell’interno, dopo l’approvazione con il 62% alla Legge Covid-19. Il risultato mostra un chiaro sostegno alla linea decisa da Governo e Parlamento”, ha aggiunto il responsabile della sanità pubblica domenica sera durante una conferenza stampa organizzata a Palazzo federale a Berna, sostenendo che grazie al risultato scaturito dalle urne sarà possibile perseguire gli sforzi intrapresi per lottare contro la diffusione del nuovo coronavirus e le sue conseguenze sociali, economiche e sanitarie.

La pandemia è imprevedibile e per questo servono strumenti per contrastarla, ha aggiunto Berset, riferendosi al fatto che il certificato Covid (rilasciato a chi è vaccinato, guarito dalla malattia o che si è sottoposto a un test diagnostico) potrà continuare a essere utilizzato.

Appello all’unità

Si 62.0%
No 38.0%
2'222'373 Voti 1'361'284
21.5 Cantoni 1.5
Mappa Dati non ancora disponibili
Modifica del 19 marzo 2021 della legge federale sulle basi legali delle ordinanze del Consiglio federale volte a far fronte all’epidemia di COVID-19 (Legge COVID-19) approvata 28 novembre 2021 partecipazione: 65.7%
 

La campagna di votazione è stata a dir poco accesa; Alain Berst ha ricordato che in Svizzera si è “abituati al dibattito costante”, che la Confederazione “ha una grande cultura del dibattito, ma anche del rispetto delle decisioni prese, anche quando non si è d’accordo”. “È giunto il tempo di unirci – ha aggiunto –. Rabbia, odio e minacce non appartengono alla Svizzera: la pandemia si può fermare solo se si resta uniti”.

Berset ha inoltre ricordato che il quadro epidemiologico in Svizzera non è buono e che la situazione è molto instabile.

Cure infermieristiche, “subito al lavoro”

Si 61.0%
No 39.0%
2'161'080 Voti 1'382'977
22.5 Cantoni 0.5
Mappa Dati non ancora disponibili
Iniziativa popolare del 7 novembre 2017 «Per cure infermieristiche forti (Iniziativa sulle cure infermieristiche)» approvata 28 novembre 2021 partecipazione: 65.3%
 

Alain Berset, in qualità di responsabile della sanità pubblica, ha anche preso la parola per commentare l’ampio sostegno scaturito dalle urne all’iniziativa “Per cure infermieristiche forti”. Il Dipartimento dell’interno, ha spiegato durante la conferenza stampa, elaborerà una proposta per mettere in pratica l’iniziativa; “inizieremo subito, ma anche il Parlamento dovrà essere interpellato per alcune misure, forse non tutte, alcune potranno essere messe in campo direttamente dal Governo”, ha spiegato Berset, riferendosi alla possibilità di ricorrere laddove possibile a ordinanze.

“I cantoni hanno accettato in larga maggioranza l’iniziativa: è un segno impressionante di apprezzamento per il personale sanitario, sappiamo che abbiamo bisogno di infermieri più preparati, la crisi ha dimostrato quanto sia importante il personale infermieristico”, ha sottolineato il consigliere federale.

Giustizia, voto in linea con indicazioni di Governo e Camere

Si 31.9%
No 68.1%
1'095'174 Voti 2'334'980
0 Cantoni 23
Mappa Dati non ancora disponibili
Iniziativa popolare del 26 agosto 2019 «Per la designazione dei giudici federali mediante sorteggio (Iniziativa sulla giustizia)» respinta 28 novembre 2021 partecipazione: 64.8%
 

Per commentare la bocciatura dell’iniziativa sulla giustizia, che proponeva di estrarre a sorte i giudici del Tribunale federale in seno a un gruppo ristretto di candidati precedentemente ritenuti idonei, la consigliera federale Karin Keller-Sutter, responsabile del Dipartimento federale di giustizia e polizia, ha sottolineato che popolo e cantoni si sono allineati a quanto già deciso da Governo e Camere federali, che si erano dichiarati contrari al testo in votazione.

Speciale votazioni

Speciale votazioni

Reazioni e commenti sui tre temi federali posti in consultazione il 28 novembre e sul PSE di Lugano - 28.11.2021

 
ludoC
Condividi