Christian Lüscher, Pierre Maudet (keystone)

“Pierre Maudet, dimettiti”

Christian Lüscher invita il consigliere di Stato ginevrino ad uscire di scena e lasciare il partito, alla luce della sconfitta registrata a Ginevra

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

“Per amore del partito Pierre, per favore rassegna le dimissioni”: a lanciare l’affondo lunedì è il vicepresidente del PLR, Christian Lüscher, che ha invitato il consigliere di Stato ginevrino ad uscire di scena. Dai microfoni della RTS, il vicepresidente dei liberali radicali non ha nascosto la delusione per la sconfitta ottenuta a Ginevra dal suo schieramento al secondo turno per l’elezione al Consiglio degli Stati.

Nonostante i buoni risultati ottenuti a Friborgo e Vaud, Lüscher si è detto amareggiato per l’esito delle urne sostenendo: “Ne abbiamo veramente abbastanza, subiamo l'egoismo di Maudet, non possiamo continuare a farci insultare, a subire le invettive della gente che ci dice che non ci voterà per colpa sua".

“Ciò che gli chiedo gli oggi è di lasciaci andare avanti per la nostra strada, mettere in evidenza i nostri valori, cosa che non possiamo fare perché la gente ride di noi”, ha sottolineato. Il ministro ginevrino, già candidato al Consiglio federale quale subentrante di Didier Burkhalter, è finito sotto inchiesta e sotto i riflettori della cronaca per una presunta accettazione di viaggi, con risvolti penali e fiscali, oltre che politici.

RTS/bin
Condividi