La sentenza zurighese soddisfa ampiamente Christoph Mörgeli
La sentenza zurighese soddisfa ampiamente Christoph Mörgeli (Keystone)

A Mörgeli 17 salari arretrati

Lo ha stabilito un tribunale di Zurigo, sancendo che il suo licenziamento è stato scorretto

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

L’Università di Zurigo dovrà versare l’equivalente di 17 mesi di salario a Christoph Mörgeli. Il Tribunale amministrativo zurighese ha sancito che il licenziamento dell’ex consigliere nazionale UDC avvenuto nell’autunno 2012 fu irregolare.

Nella sentenza resa nota martedì la Corte ha stabilito che l’ateneo zurighese avrebbe commesso svariati errori. L’esonero dell’ex conservatore del Museo di storia della Medicina è stato infatti pronunciato dal rettore dell’Università, ma quest’ultimo non ne aveva la facoltà. L’istituzione avrebbe inoltre dovuto sostenere Mörgeli di fronte alle critiche che gli erano state mosse nei media.

Il superiore diretto del professore non ha neppure voluto parlare con lui, il che ha ulteriormente aggravato la situazione. Tenuto conto di tale contesto, le dichiarazioni critiche del politico-insegnante nei riguardi del suo datore di lavoro erano perciò ampiamente motivate e non costituivano un motivo sufficiente per dare il benservito al conservatore del museo.

ATS/EnCa

Condividi