Per nuove votazioni federali si tratterà invece di attendere almeno fino al 18 giugno
Per nuove votazioni federali si tratterà invece di attendere almeno fino al 18 giugno

Alle urne, oggi, in alcuni cantoni

Per questa domenica niente votazioni federali, ma diverse in programma a livello cantonale. Nei Grigioni il popolo decide sulla riforma dell'organizzazione giudiziaria

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Per oggi, come ormai noto da tempo, non sono in programma votazioni federali. Ma gli elettori di alcuni cantoni, chiamati in causa su temi di rilevanza locale, vivranno comunque una domenica alle urne. Per un nuovo voto a livello federale si tratterà, peraltro, di aspettare almeno fino al 18 giugno: anche per marzo infatti, come per la data odierna, non ci saranno nuovi atti normativi della Confederazione pronti per essere sottoposti al popolo.

Lo Staatsgebäude a Coira, l'edificio dove dovrebbe aver sede il nuovo Tribunale d'appello dei Grigioni: su questa riforma giudiziaria gli elettori retici sono chiamati a pronunciarsi oggi
Lo Staatsgebäude a Coira, l'edificio dove dovrebbe aver sede il nuovo Tribunale d'appello dei Grigioni: su questa riforma giudiziaria gli elettori retici sono chiamati a pronunciarsi oggi (Canton Grigioni)

Fra i cantoni chiamati oggi alle urne spiccano naturalmente i Grigioni, dove oggi si vota sulla "Riforma 3" dell'organizzazione della giustizia. Il progetto approvato all'unanimità dal Gran Consiglio, e sottoposto ora ai cittadini, prevede una revisione della Costituzione volta a riunire il Tribunale cantonale e quello amministrativo in un'unica, nuova istanza giudiziaria: il Tribunale d'appello, forte di una cinquantina di dipendenti. Lo stesso progetto si articola in due oggetti distinti, fra i quali anche un credito d'impegno (per 29 milioni di franchi) volto all'ampliamento e alla trasformazione dello Staatsgebäude, lo storico edificio di Coira che è stato designato quale sede della nuova corte.

Di fiscalità e casse malati

Gli aventi diritto di Basilea Campagna si pronunciano oggi su una revisione di legge, approvata dal Legislativo, che prevede in particolare di abbassare dal 4,6 al 3,3 ‰ il tasso massimo di imposizione sulla sostanza. Per i sostenitori della riforma, che interesserebbe circa il 30% delle economie domestiche, si tratta di rendere più attrattivo il cantone come luogo di residenza specie per i professionisti qualificati, di cui l'economia locale ha urgente bisogno. Contraria è invece l'area di sinistra, secondo cui con questa misura (che ridurrebbe le entrate cantonali di circa 37 milioni di franchi) mancherebbero le risorse per diversi progetti.

Aumento dei margini di deducibilità per i premi di cassa malati: è il tema su cui si pronunceranno oggi gli zurighesi
Aumento dei margini di deducibilità per i premi di cassa malati: è il tema su cui si pronunceranno oggi gli zurighesi (archivio tipress)

Nel canton Zurigo, invece, a tener banco è oggi la deducibilità fiscale per i premi di assicurazione malattia. Un'iniziativa cantonale, promossa dall'UDC, punta infatti a innalzare le deduzioni da 2'600 e 3'600 franchi annui per gli adulti e da 1'300 a 1'500 franchi per i figli. L'ammontare delle deduzioni, inoltre, dovrebbe essere regolarmente adattato alla media dei premi di cassa malati. Governo e maggioranza del Parlamento sostengono invece un controprogetto con margini di deducibilità più ridotti (innalzati a 2'900 franchi per gli adulti) e importi adattati sempre, come finora, all'evoluzione del rincaro.

Assistenza al suicidio e lotta alle emissioni

In Vallese si vota oggi su un paio di oggetti, fra i quali spicca, indubitabilmente, il dossier dell'assistenza al suicidio: un tema che si presta a forti emotività e che per anni ha diviso il Parlamento e gli ambienti interessati. Perfino la brochure informativa in vista del voto è finita al centro di ricorsi. La legge presentata al corpo elettorale punta da un lato a promuovere le cure palliative e, dall'altro, a inquadrare la pratica dell'assistenza al suicidio nelle strutture medico-sanitarie del cantone. Un comitato di sostegno interpartitico ne sostiene la validità. Un altro invece, pur non dichiarandosi contrario al suicidio assistito in quanto tale, denuncia un'imposizione ai nosocomi dell'obbligo ad accettarlo.

A Basilea Città si vota oggi su due oggetti volti ad anticipare nel semicantone, rispetto agli obiettivi federali, le scadenze per l'azzeramento delle emissioni
A Basilea Città si vota oggi su due oggetti volti ad anticipare nel semicantone, rispetto agli obiettivi federali, le scadenze per l'azzeramento delle emissioni (srf)

A Basilea Città si prova a giocare d'anticipo, rispetto agli obiettivi federali per l'azzeramento delle emissioni di gas a effetto serra. Va infatti in questo senso un'iniziativa cantonale, promossa dall'area di sinistra, che punta alle emissioni zero nel semicantone entro il 2030, ossia 20 anni prima della scadenza approvata dalla Confederazione. A cittadini è tuttavia proposto anche un controprogetto, sostenuto da PLR, Centro e Verdi liberali, che chiede invece il raggiungimento di tale obiettivo qualche anno più tardi, entro il 2037. Fra le forze politiche solo l'UDC e i liberali democratici dell'LPD si oppongono a entrambi gli oggetti in votazione.

 

Votazioni anche nella Svizzera italiana

Da segnalare, infine, anche alcuni appuntamenti alle urne in programma per oggi in località del Ticino e dei Grigioni. I cittadini di Cevio sono oggi chiamati a esprimersi su due referendum: il primo concerne la convenzione fra il comune e il patriziato per l'edificazione della nuova sede della scuola elementare; il secondo attiene alla vendita, finalizzata ad un progetto immobiliare, di un terreno comunale con un'estensione di quasi 3'000 metri quadrati.

A Lostallo si vota oggi per l'elezione del Municipio
A Lostallo si vota oggi per l'elezione del Municipio (archivio tipress)

In programma, quindi, l'elezione del Municipio a Lostallo, per la quale si sono ricandidati tutti i municipali uscenti, e il voto a Poschiavo, dove i cittadini sono chiamati a eleggere il Legislativo, il Consiglio scolastico, la Commissione di gestione e un quinto componente dell'Esecutivo locale. Nello stesso comune retico, inoltre, è in programma una votazione per la realizzazione di un'area di posteggio e fermata AutoPostale, in località Pozzolascio.

Alex Ricordi
Condividi