L'importo delle perdite, per il 2021, ammonta a 4,2 miliardi di franchi (Keystone)

Aumentati i fallimenti nel 2021

In Svizzera c'è stata una crescita del 9,1% rispetto al 2020, anno dove Berna ha sostenuto le aziende colpite dalla crisi dovuta al Covid-19

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le procedure d'esecuzione per debiti sono tornate ad aumentare nel 2021 in Svizzera, dopo un anno caratterizzato da un certo rallentamento dovuto alla pandemia.

Stando ai dati diffusi lunedì dall'Ufficio federale di statistica (UST) sono stati aperti 14'081 fallimenti nei confronti di privati e aziende, il 9% in più del 2020. I dati di Ticino (+6% a 731) e Grigioni (+3% a 176) sono inferiori alla media nazionale, in una classifica cantonale che vede gli incrementi maggiori in Argovia (+25%) e Turgovia (+21%). L'unico regione in flessione, con numeri bassissimi, è Appenzello Interno.

La progressione generale è seguita al calo registrato nel 2020, probabilmente influenzato dalle misure adottate dal Consiglio federale per scongiurare una possibile ondata di fallimenti dovuti alla crisi del coronavirus, commentano gli esperti dell'UST. Le perdite complessive sono ammontate a 4,2 miliardi di franchi, a cui il Ticino ha contribuito con 150 milioni e i Grigioni per 40 milioni.

Svizzera, diminuiscono i fallimenti

Svizzera, diminuiscono i fallimenti

TG 20 di mercoledì 07.04.2021

 
ATS/sdr
Condividi