La storica e nota Britannia Hütte in Vallese ha ancora 10-12 giorni di autonomia, poi l'acqua finirà
La storica e nota Britannia Hütte in Vallese ha ancora 10-12 giorni di autonomia, poi l'acqua finirà (Wandervogel - Wikimedia commons)

Capanne CAS confrontate con la siccità

La situazione si complica anche Oltralpe - Alcune strutture rischiano la chiusura – A medio termine il 20% dei rifugi con problemi di approvvigionamento

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Diversi rifugi del Club alpino svizzero (CAS) rischiano la chiusura anticipata a causa della mancanza d'acqua in montagna. La siccità sulle Alpi si sta infatti facendo sentire, non solo sul versante sudalpino, per il quale era già stato lanciato l’allarme a inizio giugno dal presidente del CAS Ticino Giovanni Galli che, in assenza di precipitazioni importanti, aveva paventato “problemi seri in agosto e settembre”.

SEIDISERA del 06.06.2022: Al via la stagione delle capanne, fra penuria d'acqua e rilancio
SEIDISERA del 06.06.2022: Al via la stagione delle capanne, fra penuria d'acqua e rilancio
 

Un inverno con poca neve e una primavera calda hanno sciolto anzitempo le riserve d'acqua per i rifugi di montagna che ospitano migliaia di turisti in estate, scrive oggi (domenica) la "SonntagsZeitung" in un articolo dedicato al tema.  "Abbiamo già ora una situazione che di solito si verifica solo alla fine di agosto" ha dichiarato al domenicale Peter Spillmann, membro della Commissione capanne del CAS centrale e referente per le questioni idriche.

Molte capanne hanno infatti già esaurito le loro scorte d'acqua e in alcuni casi gli ospiti devono comprare l'acqua minerale per lavarsi i denti. Nello storico rifugio Britannia, sopra Saas-Fee in Vallese, l'acqua è ancora sufficiente per dieci-dodici giorni, dopodiché la situazione si complicherà, ha spiegato ad esempio il guardiano del rifugio Dario Andenmatten: "Nel peggiore dei casi dovremo chiudere".

Secondo il CAS, a medio termine circa il 20% delle capanne ha o avrà problemi di approvvigionamento idrico, perché la copertura nevosa si scioglie sempre prima durante l'anno e al contempo i ghiacciai si ritirano e scompaiono.

 
ATS/dielle
Condividi