Scelte vegan tra i contadini

TG 20 di domenica 05.12.2021

Contadini che si fanno vegani

Sempre più coltivatori diretti, in Svizzera, stanno rinunciando a produrre carne o latte, per rispetto nei confronti degli animali e per non inquinare

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In Svizzera i contadini sempre più spesso rinunciano a produrre prodotti di origine animale convertendosi all veganesimo. Nell’Emmental, per esempio, la maggior parte dei contadini produce carne, come la famiglia Blaser, fin quando Adrian e Selina decidono insieme di non portare più i propri animali al macello. "Li vedevo crescere poi, dopo un anno partire al macello, non lo sopportavo più", ha spiegato Selina Blaser, agricoltrice vegana.

Ed eccola la soluzione: piantare dei ceci per il mercato vegetariano. Poi del farro puro. Ma i ricavi restano bassi, nulla in confronto alla vendita di carne. Per compensare le perdite la coppia ha quindi lanciato una raccolta fondi, aprendo la fattoria al pubblico e chiedendo di diventare madrine e padrini, ad esempio, di una mucca per 250 franchi al mese. O come in questo caso al costo di 3'000 franchi all’anno. "Non mi aspetto nulla in cambio, dopo tanti anni in cui ho consumato prodotti animali voglio restituire qualcosa", spiega Martina Montanes, madrina di "Léa.

Ma i Blaser non sono i primi agricoltori vegani in Svizzera tedesca. Negli ultimi 4 anni, Sarah Heiligtag ha aiutato 70 famiglie a convertirsi alla agricoltura vegana. Ci sono sempre più consumatori di prodotti vegetali che non inquinano, è un mercato in crescita contrariamente a quello della carne e del latte.

TG/Bleff
Condividi