Raccolta di firme, nel 2014, per Erasmus+
Raccolta di firme, nel 2014, per Erasmus+ (keystone)

Erasmus+ in un vicolo cieco

Il programma di scambio tra studenti è bloccato anche a causa delle incomprensioni tra Svizzera e Unione europea

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Prima di discutere del finanziamento della partecipazione elvetica al programma di scambio studentesco Erasmus+ occorrerebbe chiarirne i parametri con l'UE. Bruxelles non ha però ancora elaborato alcun mandato negoziale. Lo indica il Consiglio federale prendendo posizione - negativa - su una mozione della Commissione della politica estera del Nazionale (CPE-N).

La CPE-N chiede al Governo di presentare al Parlamento, entro la sessione invernale 2021, il messaggio relativo al finanziamento della partecipazione svizzera a Erasmus+. L'Esecutivo dice di concordare con l'obiettivo della mozione, ma la respinge per motivi formali. La presa di posizione governativa può così essere riassunta: per negoziare bisogna essere in due.

Pandemia, programma Erasmus in crisi

Pandemia, programma Erasmus in crisi

TG 20 di martedì 01.09.2020

 

Attualmente, scrive infatti il Consiglio federale, l'Unione "valuta un'associazione della Svizzera a Erasmus+ alla luce delle relazioni generali tra la Svizzera e l'UE e finora non è stata disposta a condurre colloqui esplorativi sui parametri di un'associazione in termini di tempistiche, finanziamenti o contenuti".

Erasmus+ è bloccato dal 2014 ed è stato sostituito da una situazione transitoria e parziale: Swiss european mobility.

ATS/Swing/joe.p.

Condividi