I farmaci sono forniti solo dopo valutazioni mediche
I farmaci sono forniti solo dopo valutazioni mediche (keystone)

Exit amplia l'aiuto al suicidio

Le persone anziane colpite da malattie anche non mortali potranno rivolgersi all'organizzazione

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

In futuro l'organizzazione di assistenza al suicidio Exit intende aiutare a mettere fine alla loro esistenza anche persone anziane che soffrono di malanni che, per quanto non mortali, compromettono pesantemente la loro vita. Lo ha deciso oggi a Zurigo l'assemblea generale dell'associazione, che ha proceduto ad adattare in tal senso gli statuti.

Concretamente l'anziano che vorrà accedere ai farmaci necessari per il suicidio forniti da Exit dovrà sottoporsi a valutazioni mediche meno intense di quelle richieste a un paziente più giovane. Il grado di sofferenza potrà inoltre essere minore.

Exit verificherà però a fondo le motivazioni della persona che vuole mettere fine alla sua vita, per evitare che la decisione venga maturata su pressione esterna, per esempio dei parenti. Al minimo segnale di questo tipo l'organizzazione rifiuterà il suo aiuto, ha spiegato la presidente Saskia Frei in una conferenza stampa.

ATS/sf

Condividi