Armi: il controllo delle finanze bacchetta l'amministrazione (keystone)

Export armi, rapporto critico

Secondo il Controllo federale delle finanze, le aziende belliche sfruttano appieno le lacune della legge

Il Controllo federale delle finanze, nel rapporto pubblicato lunedì e relativo alle esportazioni del 2016, afferma che le aziende belliche sanno sfruttare appieno le lacune della regolamentazione in vigore e possono godere della benevolenza dell'amministrazione che, talvolta, non è sufficientemente critica, esercitando controlli troppo blandi.

 

L'ente osserva inoltre che l'industria dell'armamento è riuscita, in alcuni casi, ad anche ad aggirare i divieti. Tra i vari metodi per farlo, le aziende aggirano determinati ostacoli giuridici concedendo, per esempio, proprie licenze i produzione a un paese terzo, ottenendo commissioni sul fatturato. 

Questi rilievi vengono però contestati dalla Segreteria di Stato dell'economia, secondo la quale si tratta di un documento unilaterale, poco differenziato e contenente considerazioni arbitrarie.

ats/dg/mrj

Export armi, rapporto critico

Export armi, rapporto critico

TG 12:30 di martedì 04.09.2018

Il collegamento da Berna

Il collegamento da Berna

TG 12:30 di martedì 04.09.2018

Condividi