Formaggio svizzero molto apprezzato nell'UE (keystone)

Formaggio elvetico agli onori

Le maggiori importazioni degli Stati dell'UE provengono dalla Svizzera

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

La popolazione degli Stati membri dell’UE ha consumato circa 10,2 milioni di tonnellate di formaggio durante il 2017. Lo riferisce Eurostat precisando che di queste 3,5 milioni (il 34%) era formaggio a pasta molle, 2,7 a pasta semidura (26%) e 1,9 a pasta dura (19%).

Sempre nel 2017 il Paese non UE dai quali gli Stati membri hanno maggiormente importato formaggio è risultato essere, in misura del 90%, la Svizzera con oltre 52'000 tonnellate. La Confederazione è seguita (ma con sole 2'000 tonnellate ciascuno) da Nuova Zelanda e Norvegia. In totale l’UE ha esportato 5,2 milioni di tonnellate di formaggio; 4,4 all’interno dei confini comunitari, il resto, principalmente, negli USA, in Corea del Sud, in Arabia Saudita e pure in Svizzera.

 

Tra i Paesi europei produttori, in cima alla lista da segnalare la Germania con 2,2 milioni di tonnellate prodotte (ovvero il 22% del totale). Seguono Francia (1,9 o il 19% del totale) e Italia con 1,3 milioni di tonnellate che rappresentano il 12% della produzione complessiva.

TM/Swing

Condividi