Fabienne Fischer è stata la candidata più votata, davanti a Maudet (keystone)

Ginevra: Maudet sfiora il colpaccio

Il consigliere di Stato dimissionario superato solo dalla candidata dei Verdi nell'elezione per scegliere il suo successore

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Pierre Maudet ha creato la sorpresa nelle elezioni suppletive al Consiglio di Stato di Ginevra, provocate dalle sue stesse dimissioni. L’ex PLR, che corre da indipendente alla sua stessa successione, si è piazzato secondo con 29'275 voti, superato solo dalla candidata dei Verdi Fabienne Fischer, sostenuta anche dai socialisti (38'626 voti).

Maudet ha staccato Cyril Aellen (20'129 voti), candidato del PLR, che è stato il terzo candidato più votato ma ha già annunciato che non si presenterà al secondo turno, previsto per il 28 marzo. Si sono ritirati anche Morten Gisselbaek (6'407 voti), del Partito del lavoro e sesto più votato su otto candidanti, e Yann Testa (777 voti), del Partito borghese democratico, che ha raccolto meno preferenze di tutti.

Il presidente del PLR ginevrino, Bertrand Reich, ha detto che è ancora troppo presto per sapere se il partito presenterà un altro candidato al secondo turno.

Ginevra, Maudet non molla

Ginevra, Maudet non molla

TG di domenica 07.03.2021

Da Ginevra, Riccardo Bagnato

Da Ginevra, Riccardo Bagnato

TG di domenica 07.03.2021

 
ATS/sf
Condividi