Lo studio è stato commissionato dall'Ufficio federale della sanità pubblica
Lo studio è stato commissionato dall'Ufficio federale della sanità pubblica (tipress)

L'alcol dietro alle violenze

Al suo influsso, rileva uno studio, è legata la metà dei casi che impongono l'intervento della polizia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Uno studio commissionato dall'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) mette in evidenza il consumo problematico di alcol come fonte d'insicurezza negli spazi pubblici.

Esso mostra che al suo influsso è da ricondurre quasi la metà delle circostanze di violenza fisica e verbale in cui è stato necessario l'intervento della polizia.

Gli episodi più frequenti sfociano nelle lesioni personali, nelle vie di fatto e nei litigi. La casistica si concentra soprattutto nelle città, nei quartieri ad alta concentrazione di locali notturni, oppure nelle stazioni ferroviarie, durante le ore notturne del venerdì e del sabato.

L'analisi si basa su un sondaggio online svolto, durante una settimana, fra 1'300 agenti attivi sul territorio - nei cantoni di Ginevra, Berna, Lucerna e nella città di Zurigo, nonché su una ventina di interviste dettagliate con esperti.

Red.MM/ARi

 
Condividi