Treni più capienti, e anche più frequenti (Keystone)

Le FFS allargano gli orizzonti

Da dicembre sono previsti più treni internazionali verso Germania, Francia e Italia

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Le FFS, insieme ai sui partner tedeschi (Deutsche Bahn), francesi (SNCF e TGV Lyria) e italiani (Trenitalia), hanno raggiunto un accordo per aumentare, a partire da dicembre, l'offerta nel traffico viaggiatori internazionale. I nuovi treni sono stati presentati sabato a Zurigo in occasione di un evento congiunto.

Una risposta alla crescente domanda da parte della clientela, che nell'anno degli scioperi per il clima, chiede più collegamenti ferroviari. Tra gennaio e settembre, infatti, la domanda di traffico internazionale è aumentata del 10% rispetto allo stesso periodo del 2018.

Sull'asse del San Gottardo circolerà da dicembre il nuovo treno "Giruno" delle FFS, che collegherà Basilea e Zurigo al Ticino e poi, dalla primavera del 2020, a Milano. Inoltre, dopo la messa in servizio della galleria di base del Ceneri a partire dal 2021, le FFS e Trenitalia offriranno anche nuovi collegamenti giornalieri più brevi con l'Italia, in aggiunta a quelli di Milano e Venezia.

Per quanto riguarda la Francia, dal mese prossimo TGV Lyria rinnoverà l'intera flotta, mettendo in circolazione treni ad alta velocità a due piani di produzione recente: questo materiale rotabile collegherà Zurigo, Losanna o Ginevra a Parigi.

Nel traffico verso la Germania, a partire da dicembre i viaggiatori in partenza da Coira e Zurigo potranno servirsi dei nuovi treni ICE 4, una nuova generazione materiale che sostituirà gli ICE in servizio da circa 30 anni e aumenterà la capacità di circa il 20%.

Da ultimo, le FFS hanno detto di essere interessate a continuare a sviluppare l'offerta di treni notturni in collaborazione con le Ferrovie austriache (ÖBB).

FFS aumenta l'offerta

FFS aumenta l'offerta

TG 20 di sabato 23.11.2019

 
ATS/Nad
Condividi