Uccise in un luogo isolato (keystone)

Marocco, altro svizzero in cella

Sarebbe legato ai presunti assassini delle due giovani turiste scandinave. In manette sono finite fino ad ora 20 persone

  • Ascolta
  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Un secondo cittadino svizzero è finito in manette giovedì mattina in Marocco in relazione alla brutale uccisione di due giovani turiste scandinave (una 24enne danese e la sua amica 28enne norvegese, vedi correlati) lo scorso 16 dicembre, in una zona montuosa isolata dell'Alto Atlante.

Si tratta, stando al portale ahdath.info citato dal Blick, di un uomo con la doppia cittadinanza confederata-britannica, soprannominato "Abdelkrim". L'arresto è stato confermato pure dalla polizia federale.

Il 29 dicembre era già finito in carcere un 25enne svizzero/spagnolo, radicalizzatosi quando viveva nella Confederazione, anche lui ritenuto legato ai presunti assassini delle due giovani. In manette sono finite fino ad ora 20 persone, tra cui i quattro presunti autori, che appartenevano a una cellula che si ispirava allo Stato islamico.

 
: la corrispondenza di Gian Paolo Driussi 
Marocco, arrestato un secondo svizzero

Marocco, arrestato un secondo svizzero

TG 12:30 di venerdì 11.01.2019

 
ATS/dielle
Condividi