Il primo semestre ha visto i camion attraverso le Alpi toccare il minimo storico dal '99 (Reuters)

Meno camion sulle Alpi svizzere

Il primo semestre dell'anno ha visto meno mezzi pesanti attraversare i grandi trafori alpini elvetici: i 465'000 camion sono il minimo dal 1999

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Si sono ridotti del 2,5% i transiti di mezzi pesanti sulle Alpi svizzere nel primo semestre 2019, confermando la tendenza degli ultimi anni. E’ quanto emerge dalla statistica pubblicata giovedì dall'Ufficio federale dei trasporti (UFT).

La prima metà dell'anno ha visto le Alpi attraversate da 465'000 camion, segnando il livello più basso dal 1999. I transiti sono diminuiti al San Gottardo e al San Bernardino, mentre il Sempione e il Gran San Bernardo hanno registrato un aumento.

In autunno il Consiglio federale adotterà il rapporto sul trasferimento del traffico 2019. In questo contesto il Dipartimento federale dei trasporti (DATEC) sta preparando misure per rafforzare la posizione della ferrovia. Tra queste rientrano la riduzione dei prezzi delle tracce per i treni merci e l'introduzione di uno sconto speciale per quelli lunghi, nonché la proroga della concessione di contributi d'esercizio agli operatori del trasporto combinato, attualmente limitata fino al 2023.

ATS/EnCa
Condividi