I pro giurassiani festeggiano in Piazza della Stazione
I pro giurassiani festeggiano in Piazza della Stazione (Keystone)

Moutier saluta Berna

Il 51,72% dei cittadini a favore dell'annessione al Giura

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Moutier, comune bernese dal 1815, passerà al canton Giura. Oggi, domenica, la maggioranza dei cittadini della località si è espressa per la separazione.

 

La decisione è stata presa dal 51,72% dei votanti. I sì sono stati 2'067 contro 1'930 no. La partecipazione è stata di quasi il 90% degli aventi diritto (4'062 schede rientrate su 4'527 aventi diritto).

Lasciare Berna, si o no? Come ha votato Moutier dal 1959 a oggi
Lasciare Berna, si o no? Come ha votato Moutier dal 1959 a oggi (RSI/Diem)

Il risultato, a causa dei severi controlli decisi dall'Ufficio federale di giustizia per escludere irregolarità e la necessità di un riconteggio, si è fatto attendere fin dopo le 17 lasciando per tutto il pomeriggio con il fiato sospeso i due campi. Negli ultimi mesi hanno dato vita ad una contesa animata ma che non ha portato ai temuti eccessi.

Il ticinese Dick Marty presidente dell'Assemblea intergiurassiana
Il ticinese Dick Marty presidente dell'Assemblea intergiurassiana (Keystone)

La proclamazione è stata accolta con un boato dalle diverse centinaia di persone radunate davanti all'Hôtel de la Gare, bastione del Movimento autonomista giurassiano, dove nel corso del pomeriggio era stata più volte intonata la “Rauracienne”, l'inno dell’ultimo cantone aggiuntosi alla Svizzera.

A Moutier sventola la bandiera giurassiana
A Moutier sventola la bandiera giurassiana (Keystone)

I sostenitori della permanenza nel canton Berna si erano invece dati appuntamento dall’altra parte della cittadina: al Forum de l'Arc dove tutti erano convinti che il voto odierno sarebbe stato in linea con quelli del 1959, 1974, 1975 (due volte) e 1998.

Tra chi voleva mantenere il legame con l'orso bernese
Tra chi voleva mantenere il legame con l'orso bernese (Keystone)

Invece è stato in linea con quello del 2013 quando Moutier si pronunciò a favore di una modifica dei confini, dando il via al percorso secessionista che ha portato alla convocazione della votazione odierna.

Il sindaco dichiaratamente pro giurassiano Marcel Winistoerfer
Il sindaco dichiaratamente pro giurassiano Marcel Winistoerfer (Keystone)

Quattro anni fa l'ex capoluogo fu l’unico comune del Giura bernese a voler andare verso Delémont. Ora la sua decisione che dovrebbe diventare effettiva con il 1. gennaio 2021 avrà sicuramente un’influenza su quanto faranno i vicini di Belprahon, Grandval, Crémines e Sorvilier.

La votazione di Moutier, rilevava nei giorni scorsi il ticinese Dick Marty, ultimo presidente dell'Assemblea intergiurassiana, dovrebbe porre un termine alla cosiddetta "Questione giurassiana" che, in sostanza si trascina, dal 1815. Non si può però ancora del tutto escludere un ricorso da parte dei sostenitori della permanenza nel canton Berna. E ciò anche se subito dopo l'annuncio, per bocca di Jean-Pierre Graber, presidente del Fonte democratico, hanno fatto sapere di "accettare un risultato relativamente chiaro".

Diem/ATS/Notizia diffusa su ReteUno alle 18.00

Dal TG  20

Moutier sceglie il Giura

Moutier sceglie il Giura

TG 20 di domenica 18.06.2017

L'opinione di Dick Marty

L'opinione di Dick Marty

TG 20 di domenica 18.06.2017

Condividi