Carenza di spazi, ma non solo
Carenza di spazi, ma non solo (©Ti-Press)

Nomadi, nuovo gruppo di lavoro

I delegati discuteranno di educazione, cultura e carenza di spazi per queste minoranze

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

Uno speciale gruppo di lavoro si è incontrato martedì per la prima volta per discutere delle condizioni della vita nomade.

Oltre ad affrontare il problema della carenza di spazi per il soggiorno e il transito dei gitani, i delegati – composti da minoranze Jenisch, Sinti/Manusch e Rom – discuteranno anche di formazione e cultura e hanno l’incarico di elaborare entro fine anno un piano d’azione in tal senso.

Ai dibattiti hanno anche partecipato rappresentanti di autorità federali, cantonali, cittadine e comunali.

L’estate scorsa il Consiglio federale aveva già creato uno speciale team, i cui lavori si erano però bruscamente interrotti in novembre, quando i portavoce delle minoranze nomadi se n’erano andati per protesta, perché a loro avviso la composizione e il modo di procedere del gruppo erano troppo impregnati da pesantezze amministrative.

ats/mrj

Condividi