Assemblea a distanza per i delegati del partito (keystone)

PPD e PBD: sì alla fusione

I delegati del Partito borghese democratico hanno approvato l’unione nell'Alleanza del centro

  • Stampa
  • Condividi
  • a A

I delegati del Partito borghese democratico (PBD) hanno approvato oggi senza opposizioni la fusione con il PPD sotto la denominazione "Alleanza del centro".

 

Se i delegati del PPD approveranno a loro volta il cambiamento del nome e l'accordo di fusione, il nuovo partito sarà operativo dal primo gennaio del prossimo anno.

"Sono personalmente convinto che questo nuovo marchio arriva al momento giusto, porterà le giuste risposte alle sfide che si presenteranno al nostro Paese e modificherà in modo durevole gli equilibri di potere sul piano politico", ha affermato il presidente del PBD Martin Landolt, citato in una nota.

Nel settembre scorso, i membri del PBD avevano già accolto il principio di una fusione con il PPD modificando per l'occasione gli statuti. I due partiti, assieme agli Evangelici, formano già un gruppo unico alle Camere federali.

ATS/sf
Condividi